Venezia è al suo massimo splendore per ospitare, ancora una volta, la 67esima Mostra del Cinema Internazionale.

Ieri sono stati presentati i primi due film: l’applauditissimo “Black Swan” di Darren Aronofsky ha inaugurato il Festival, seguito dalla pellicola fuori concorso di Robert Rodriguez “Machete”. I registi sono stati rispettivamente accompagnati dalle protagoniste dei rispettivi film, ovvero Natalie Portman per il primo e Jessica Alba per il secondo.

Il riscontro sul pubblico di “Black Swan“, che narra la drammatica storia della ballerina Nina, è stato controverso. La proiezione avvenuta nella magnifica Sala Perla ha lasciato la stampa con l’amaro in bocca e, così, i fischi sono stati più numerosi degli applausi.

Il mondo politico italiano, però, sembra aver gradito il racconto della ballerina frigida e introversa Nina che, scelta per interpretare i due cigni nel “Lago dei Cigni”, dovrà fare i conti con se stessa prima e con una madre troppo ossessiva poi.

Gli applausi del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sono stati calorosamente accompagnati da quelli di Gianni Letta e Rocco Buttiglione, così come quelli del presidente della Biennale di Venezia Paolo Baratta e del direttore della Mostra del Cinema Marco Muller.

Il regista ha così commentato il debutto del suo film:

È un grande privilegio aprire la Mostra del Cinema di Venezia, il festival cinematografico più antico e prestigioso del mondo. Sono grato a Marco Muller per l’onore che ci ha concesso, ma allo stesso tempo, essere pronti per l’inaugurazione ci ha costretto a giorni e giorni di lavoro ininterrotto e tante ore straordinarie.

Con Robert Rodriguez è tutta un’altra storia. Fedele “seguace” dell’eccentrico Quentin Tarantino, il regista ha presentato il suo “Machete” accompagnato da una splendida Jessica Alba.

Si ritorna ai B-movie, tanto amati proprio da Tarantino & Company, e con essi alle sane scene di violenza, sesso e azione. “Machete” è interpretato anche da Lindsay Lohan, Robert de Niro e Danny Trejo ed è tratto da un finto trailer presente nei primi minuti di “Grindhouse – Planet Terror”.

Ecco le parole di Jessica Alba:

Quando ho letto il copione l’ho trovato eccezionale. Sviluppa temi seri, come quello dell’immigrazione, ma divertendo tantissimo. E mi piaceva il modo in cui lavorava sugli stereotipi, stigmatizzandoli. La sua morale? Tutti dobbiamo imparare ad accettarci.

La 67esima Mostra del Cinema di Venezia è guidata da una commissione che, come ogni anno, assegnerà il Leone d’Oro al film migliore. Quentin Tarantino, tra l’altro presidente di tale commissione, si trova perfettamente in sintonia con il suo “allievo” Rodriguez e ribadisce il suo amore per i B-movie.

Ecco le sue parole in merito al ruolo di capogiurato che ricopre per la seconda volta a Venezia:

A me piace tanto. A volte è difficile, ma si lavora con artisti dalla grande personalità. A me piace usare il microscopio per scoprire ciò che c’è di positivo e negativo in un film. Anche quando vado a vedere una pellicola per conto mio, torno a casa e scrivo una recensione: non per pubblicarla, ma per capire meglio.