Grande show per gli MTV Video Music Awards allo Staples Center di Los Angeles: la kermesse ha visto sul palco numerose esibizioni e il mondo femminile protagonista della scena.

Questa edizione, infatti, è stata nettamente segnata dalle donne che hanno fatto incetta di premi: “Fireworks” di Katy Perry si è aggiudicato il “Man on the moon”, statuetta coniata per l’occasione, come premio per il miglior video dell’anno. Katy, vera reginetta della serata, ha vinto anche i premi per i “migliori effetti speciali” e la “migliore collaborazione” per il video ET, realizzato con il contributo di Kanye West, aggiudicandosi ben 3 titoli fra le 9 nomination a cui era candidata.

Galleria di immagini: MTV VMA 2011

“{#Born this way}” di Lady Gaga ha vinto il titolo di “miglior video femminile”, aggiudicandosi inoltre l’award per il “miglior messaggio video”; la popstar ha aperto lo spettacolo con una divertente performance live: impersonando il suo alter ego maschile, Jo Calderone, ha cantato “You And I” vestita e truccata da uomo, con capelli corti e un grande ciuffo quasi alla Elvis.

Tre i premi per Adele, conquistati grazie alla hit “Rolling in the Deep” che vince nelle categorie “miglior montaggio”, “migliore scenografia” e “migliore fotografia”, mentre Britney Spears vince con “Till the World Ends” giudicato “miglior video pop”. Altro personaggio femminile che ha conquistato la scena è Beyoncé Knowles, premiata per la “migliore fotografia” di “Run the World (Girls)“, che ha mostrato fieramente la pancia sia sul red carpet che sul palco annunciando la sua gravidanza: il primo figlio non ha comunque fermato la cantante che si è esibita in danze scatenate.

Presenza femminile anche in una categoria tipicamente maschile: Nicki Minaj con “Super Bass” vince nella categoria “miglior video hip-hop”; distribuzione equa fra le donne che hanno sbaragliato i cantanti ai quali rimangono le briciole: ai Foo Fighters va il premio per il “miglior video rock” grazie a “Walk”, il “miglior video maschile” è invece “Smile U” di Justin Bieber, mentre Tyler the Creator con “Yonkers” è stato giudicato “migliore artista emergente”.

Per Amy Winehouse c’è stato un toccante omaggio reso da Russel Brand, inglese come la cantante e marito di Katy Perry, che ha poi presentato Tony Bennett, con il quale Amy aveva duettato poco tempo prima di morire, e Bruno Mars che ha cantato dal vivo “Amy, I love you darling, and I miss you baby”.