È morto all’età di 39 anni Andy Whitfield, l’attore gallese interprete della fortunata serie televisiva ambientata nell’antica Roma “Spartacus: sangue e sabbia“.

L’attore aveva interpretato come protagonista tutti i tredici episodi della prima serie, e si è ammalato agli inizi delle riprese della seconda stagione. Da qui la scelta della produzione di girare un prequel della serie, “Spartacus: gli dei dell’arena”, sperando in una guarigione dell’interprete.

Galleria di immagini: Andy Whitfield

Purtroppo non c’è stato nulla da fare per combattere il linfoma non Hodgkin – una forma di tumore maligno che colpisce i linfociti, un tipo di globuli bianchi che fanno parte del sistema immunitario – che aveva colpito l’attore agli inizi del gennaio 2010. Andy Whitfield è morto ieri a Sydney, in Australia.

La serie “Spartacus: sangue e sabbia”, nonostante alcune deviazioni storiche piuttosto evidenti che avevano fatto arricciare il naso ai critici, aveva raccolto buoni consensi da parte del pubblico, sia per la spettacolarità delle scene di azione, sia per la ricostruzione degli scenari di Capua e dell’antica Roma.

Il ruolo dell’attore verrò affidato ad un nuovo interprete, l’australiano Liam McIntyre, piuttosto famoso nel paese natale ma quasi del tutto sconosciuto da noi. Addolorato l’intero cast della serie e la produzione dello show.

“Siamo profondamente addolorati per la perdita del nostro caro amico e collega”.

Così ha detto Chris Albrecht, il presidente di Starz, la rete televisiva di Spartacus.

“Siamo stati fortunati a lavorare con Andy e sappiamo che l’uomo che ha interpretato un campione sullo schermo, lo era anche nella vita.”

Fonte: NYTimes