Joseph Farrell, padre del trailer e di tante altre idee che hanno modificato l’industria cinematografica moderna, è scomparso mercoledì scorso per cause naturali all’età di 76 anni. Nonostante in Italia ci siano questioni irrisolte tra la SIAE e i produttori cinematografici a causa dei loro trailer, gli italiani e il resto dei cinefili mondiali non riuscirebbero a pensare ad un cinema moderno senza trailer.

Galleria di immagini: Cinema e spettatori

Farrell è stato l’amministratore delegato del National Research Group, diventando un vero e proprio pioniere in fatto di marketing: con la sua compagnia, Joseph Farrell ha sperimentato nuove idee per il mondo cinematografico.

Tra queste, la più grande è stata proprio il concetto di trailer, ovvero di una breve anteprima che invogliasse lo spettatore ad acquistare un biglietto per guardare il film da una comoda poltroncina insieme ai suoi amici.

Altre idee innovative di Farrell furono la divisone delle categorie di spettatori in quattro quadranti, in base all’età e al sesso, per l’analisi del successo di un film. Una buona pellicola, infatti, è quella in grado di coinvolgere tutte e quattro le fasce di spettatori.

Insomma, con Joseph Farrel muore un vero e proprio modello esemplare di imprenditore: dopo aver rivoluzionato il cinema, rendendolo più interessante per lo spettatore moderno, Farrell verrà ricordato per sempre non solo per la paternità del trailer ma per le idee innovative che hanno reso il pubblico parte dell’industria cinematografica, con sondaggi, test screening e analisi dei botteghini.

Fonte: BadTaste