Le relazioni a distanza non sono sempre facili da gestire: qualche telefonata o pochi SMS la sera prima di andare a dormire per darsi la buona notte. Sarebbe davvero bello poter percepire la presenza del partner accanto a noi, invece che leggere poche righe stenografate sul display di un cellulare.

Mutsugoto ci porta in casa la soluzione con un rivoluzionario sistema di letto-proiettore in grado di dare a tutti la sensazione di avere accanto una persona… anche se non in carne e ossa.

Entrambe i partern devono indossare un particolare anello, poco elegante a dir la verità, in grado di inviare degli impulsi ad un proiettore posto al di sopra del letto. Muovendo l’anello il proiettore disegna sul materasso delle linee luminose che ne seguono il tracciato. Le stesse linee saranno proiettate sul letto del partner, a patto che possegga lo stesso sistema.

La comunicazione tra i due amanti può avvenire in questo modo tramite disegni, tocchi, sensazioni, complicità, semplicemente muovendo le mani immaginando di sfiorare l’altro.

Dato che la comunicazione può avvenire in entrambi i sensi, il sistema di proiezione è in grado di percepire gli spazi attraversati da entrambi i soggetti, consentendo alla traccia luminosa di cambiare colore. Potrete così toccare, ad esempio, una stessa porzione del letto, e perché no, anche del proprio corpo, seguendo la mano dell’altro. Non sarà come guardare la luna da città diverse ma è sicuramente più comodo.

Il progetto è in fase di perfezionamento… con il tempo si potrebbero aggiungere altre funzionalità per incrementare la percezione sensoriale e rendere più reale questo “incontro”.