La casa è sempre nel mirino del fisco: in qualunque momento e per qualsiasi motivo. Come se non bastasse l’Imu…

Ora, dalla legge di stabilità arriva un’altra mazzata sui mutui, che va a colpire chi è già in difficoltà per il rimborso di un mutuo ipotecario. Infatti, il disegno di legge di stabilità taglia le detrazioni che finora era possibile portare in dichiarazione dei redditi per chi ha in corso un finanziamento ipotecario con la decurtazione dell’Irpef.

In particolare colpisce la detrazione ridotta sul mutuo prima casa. Sarà sempre più difficile acquistare casa soprattutto per i giovani e per le giovani coppie. Con la legge di stabilità 2013 cambieranno le cose, cambierà la detrazione degli interessi sul mutuo prima casa, in particolare per i contribuenti che hanno un reddito superiore a 15mila euro all’anno.

Per loro, infatti, il tetto massimo su cui calcolare la detrazione 19% scende dai 4mila ai 3.000 euro, con inevitabile riduzione dell’importo massimo detraibile sul mutuo prima casa che scende a 570 euro e una conseguente stangata da 190 euro l’anno.

Ma la legge di stabilità 2013 va oltre, con la detrazione per le assicurazioni sulla vita che vengono computate nel tetto massimo di 3.000 euro. Sulle assicurazioni i tagli avranno efficacia retroattiva e avranno un peso anche in fase di dichiarazione dei redditi 2013.

In una situazione a prova di tagli le giovani coppie avranno maggiori difficoltà per l’acquisto della loro prima casa e la relativa accensione di un mutuo. Per valutare la differenza fra la normativa attuale sul mutuo finalizzato all’acquisto della prima casa e quella introdotta dalla legge di stabilità 2013 facciamo un passo indietro.

Secondo la normativa attuale, è possibile detrarre dall’Irpef il 19% su un tetto massimo di oneri pari a 4mila euro. In particolare, coloro che stipulano un mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale possono detrarre il 19% degli interessi passivi ed oneri accessori con un tetto massimo pari a 4000 euro, come abbiamo già detto. Sono necessari dei requisiti, naturalmente, però si ha la possibilità di contrarre un mutuo e realizzare il sogno di una prima casa con le agevolazioni.