È un Jean Paul Gaultier in grande spolvero quello che ha presentato a Parigi la sua nuova collezione di alta moda primavera-estate 2015, dopo aver dato, lo scorso settembre, l’addio definitivo al mondo del pret à portér con una spettacolare e autocelebrativa sfilata, con in passerella sia le sue amiche e muse più care di sempre che i suoi capi cult che resteranno per sempre nella storia della moda e del costume.

Ora l’enfat terrible della moda francese si è votato anima e corpo al mondo della Haute Couture, scegliendo di svincolarsi per sempre da ogni logica di marketing e mercato per andare a briglia sciolta con la sua fantasia e, soprattutto usufruendo, come non è possibile fare nel ready to wear dove ogni costo deve essere contenuto, di una manovalanza artigianale che ha del sublime. È infatti l’alto artigianato con i grandi maestri del bello e del ben fatto a tessere le fila di questo universo così unico e speciale perchè in grado di rendere reali tutte quelle creazioni che il mondo del pret à portèr non può permettersi di realizzare in serie, almeno a quei livelli di perfezione.

Galleria di immagini: Parigi Haute Couture 2015: Jean Paul Gaultier

Libero di sognare e creare, Jean Paul Gaultier manda in passerella tutto il suo universo onirico fatto di capi nati per stupire, trasgredire e dare una scossa ai canoni classici della couture, proponendo abiti che sono puro divertissement, come i tailleur con giacche e gonne asimmetriche; gli abiti da sera con maxi fiocchi verticali dal sapore un po’ Eighty; i look total gold proposti nel finale e gli smoking all’insegna dell’androginia tout court.

Se la palette cromatica della collezione vede predominare in assoluto il bianco, il nero e l’oro, Jean Paul Gaultier non rinuncia al suo amore sia per l’etnico, con diversi look tribal chic che per la sperimentazione, divertendosi a proporre in passserella diversi abiti bianchi divisi in due parti realizzate nello stesso colore, ma con due tessuti dalla consistenza, pesantezza e opacità diversa e il risultato è fresco e interessante, come anche i body couture, perfetti per superstar come Madonna o Lady Gaga. Gran finale con l’uscita dell’amica di sempre, una splendida Naomi Campbell con culotte e abitino in tessuto techno trasparente verde decorato da orchidee.