Secondo la rivista di economia e finanza Forbes, l’attrice che fa arrivare più dollari nelle casse dei produttori cinematografici è Naomi Watts. La notizia arriva al termine di uno studio condotto dagli esperti della testata americana sulle cento dive più gettonate a livello internazionale.

Dopo aver calcolato gli ingaggi delle attrici, Forbes ha preso in esame gli incassi degli ultimi tre film (escludendo quelli di animazione, dove il ruolo è quello di doppiatore), i relativi budget (esclusi i costi di marketing), gli introiti dei diritti televisivi e della vendita dei DVD. In seguito i profitti delle dive sono stati messi in relazione agli incassi delle pellicole.

Nella “Top 10 Actresses For The Buck“, al primo posto troviamo appunto Naomi Watts, la quale per ogni dollaro intascato ne ha fatti guadagnare in media 44 alle major. Al secondo posto c’è Jennifer Connelly con 41 dollari e al terzo posto Rachel McAdams con $30. A completare la lista ci sono Natalie Portman ($28), Meryl Streep ($27), Jennifer Aniston ($26), Halle Berry, Cate Blanchett, Anne Hathaway e Hilary Swank, tutte ferme a 23 dollari.

Secondo Dorothy Pomerantz:

Una cosa che tutte queste attrici hanno in comune è che non sono mai le vere protagoniste dei film in cui recitano. Tuttora nel cinema di Hollywood è raro che le donne siano i personaggi principali. Nella maggioranza dei casi sono co-stars o appaiono in film corali.

Una eccezione, secondo la giornalista, è rappresentata da Rachel McAdams in “Red Eye” di Wes Craven. La McAdams è al terzo posto nella classifica, pur avendo recitato in film con budget bassi come “The Notebook” (2004) e “Red Eye” (2005), che hanno comunque avuto buoni incassi al botteghino.

Se i dati riportati da Forbes corrispondono alla realtà c’è da chiedersi allora se a scritturare le blasonate Angelina Jolie, Scarlett Johansson, Julia Roberts, Nicole Kidman e Cameron Diaz ci sia quasi da rimetterci.