Essere genitori è sempre una grande gioia ma chi lo si diventa per la prima volta può essere assalito da una serie di preoccupazioni, dubbi e paure durante la gravidanza e dopo il parto. Per questo motivo torna “Nascere a Roma”, una guida in formato dvd utile per aiutare i neo-genitori ad affrontare tutti i crucci relativi alla nascita del bambino o della bambina.

Realizzata grazie a Laura Ricci in collaborazione con quattordici ospedali pubblici e privati della Capitale e il sostegno di Artsana spa, l’Osservatorio Chicco, la Sanofi Pasteur Msd e Mammamatta, per la seconda volta la guida sarà distribuita da venerdì 10 aprile in 15mila copie nelle settecento farmacie aderenti a Federfarma Roma.

Una sorta di “bussola” atta a fornire dei preziosi ed essenziali consigli per ogni aspetto dell’essere genitori: dal momento in cui bisogna preparare la valigia per recarsi in ospedale fino al momento in cui si ritorna a casa dopo il parto. Questo senza dimenticarsi, nel corso dei nove mesi e dopo, di ascoltare pareri di esperti riguardo molte questioni: dalla ginecologa al pediatra fino all’ostetricia e al virologo per i vaccini.

Solo nella capitale vengono alla luce settanta bambini al giorno, mentre ogni anno partoriscono fino a quindicimila donne: per questo sono più di dieci le strutture pubbliche e private che, con più di mille parti all’anno, hanno voluto mostrare le loro eccellenze ed il percorso della nascita. Ma oltre alcuni aggiornamenti relativi ai cambiamenti di alcune strutture sanitarie, la guida presenta anche una novità nel capitolo degli esperti: un’intervista allo psicoterapeuta Antonio Fanelli riguardo il tema del sesso durante la gravidanza, spesso considerato un tabù.

Nascere a Roma: presto anche per le altre regioni

Dopo il successo della prima edizione, Nascere a Roma si prepara per uscire nelle farmacie una seconda volta ma, come spiegato dalla stessa Laura Ricci, presto si potrà espandere anche alle altre regioni del Bel Paese: “In questo momento stiamo preparando `Nascere a Milano´” ha anticipato la stessa, dichiarando come l’obiettivo finale sarà quello di realizzare una guida per ogni regione con “Nascere in Italia”.