Le ragioni della nascita di un bambino avvenuta prima del termine della gravidanza sono numerose e talvolta molteplici, proprio per questo si stanno portando avanti numerose ricerche per capire i vari motivi che causano tale anticipo.

Uno di questi può essere ricondotto al sovrappeso della donna prima o durante il periodo della gestazione, secondo quanto è emerso da un recente studio condotto da alcuni ricercatori della Boston University School of Medicine (BUSM) Slone Epidemiology Center e del Boston University School of Public Health (BUSPH).

I medici hanno preso in esame 1.000 donne che avevano partorito prematuramente e le hanno messe a confronto con altre 7.000 che avevano invece portato a termine la gravidanza nei tempi previsti, ciò ha permesso di mettere in evidenza un nesso importante fra il sovrappeso della neomamma e il rischio di partorire prematuramente.

In Italia si registrano circa 6.000 casi ogni anno, dunque il problema è piuttosto diffuso. Partorire in anticipo porta varie conseguenze per il bambino, come l’essere sottopeso; inoltre la famiglia è presa alla sprovvista e non è ancora adeguatamente preparata all’arrivo del bebé.

Il consiglio dei medici è quello di attenersi alle linee guida indicate per l’aumento del peso in gravidanza. Se la voglia di mangiare è tanta bisogna ovviamente accontentarsi, senza però mai esagerare.