Arriva l’autunno e si abbassano le temperature e inevitabilmente ci si imbatte nel fastidioso raffreddore, malessere tipico di questa stagione: ma invece di fare ricorso a medicinali, talvolta inutili, si può optare per gli intramontabili rimedi naturali della nonna, basati solamente su ingredienti semplici.

Il raffreddore rappresenta uno dei malesseri più comuni, e nel momento stesso uno dei più odiati perché rende la respirazione difficoltosa, a causa del blocco respiratorio che si verifica nella zona del naso: questo è un problema poco tollerabile e dalle conseguenze gravi per i bambini. Ma, grazie alla saggezza popolare, è possibile porre diversi rimedi che possono contribuire a alleviare i sintomi, favorendo la diminuzione del blocco respiratorio.

Una tecnica efficace è sicuramente l’uso del vapore: esistono in commercio degli apparecchi chiamati inalatori, in cui possono essere inseriti oli essenziali balsamici, che immediatamente riportano a una condizione ideale la respirazione.

Se si è sprovvisti dell’apparecchio medicale, si può usare una pentola colma di acqua bollente e si otterrà lo stesso risultato; naturalmente per un effetto potenziato, sarà necessario coprire la testa con un panno, al fine di concentrare i vapori e non disperderli inutilmente e iniziare la respirazione in modo da far penetrare il vapore caldo essenziale per sciogliere il blocco. Anche la scelta dell’olio medicale è fondamentale per avere un’azione balsamica: la pianta più comune è l’eucalipto, che dona freschezza e al contempo possiede una profonda azione balsamica con una sola goccia, prodigiosa per contrastare i blocchi respiratori.

Altro rimedio antico e naturale è, ad esempio, quello di strofinare una piccola quantità di olio di sesamo o olio di oliva direttamente nella parte interna delle narici in modo da idratare e aiutare a riprendere la respirazione.

Se si soffre frequentemente di questo genere di problema, è possibile che oltre alla causa del raffreddamento e dello sbalzo delle temperature, si soffra di allergie: ebbene è consigliabile posizionare un umidificatore o uno ionizzatore in camera da letto, al fine di idratare e sanificare l’ambiente da batteri virali e polveri sottili.

Alcuni medici, poi, consigliano di evitare di alimentarsi con prodotti caseari come tutti i tipi di formaggi e il latte, a vantaggio del consumo di minestre, zuppe, minestroni, brodo di carne o pesce e altri fluidi caldi, come il tè e le tisane dolcificate col miele scuro.

Comunque è importante non sottovalutare mai il raffreddore che può causare gravi conseguenze, a chi di natura ha problemi respiratori come l’asma: in questo caso è sempre raccomandato di farsi seguire e consigliare dal proprio medico di fiducia.

Fonte: We women today.