25 giugno, Teatro antico di Taormina: questa la giornata della cerimonia dei Nastri d’argento, premio cinematografico più antico d’Europa assegnato dal 1946 dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI). Per questa edizione 2011 grande successo per “Habemus Papam” di Nanni Moretti. A lui vanno sette nomination: miglior regia, miglior produzione, miglior soggetto, migliore fotografia, miglior montaggio, migliore scenografia e migliori costumi.

A seguire altre due commedie con sei candidature a testa: “Benvenuti al Sud” e “Nessuno mi può giudicare“. Alla prima vanno il Nastro speciale commedia, miglior produzione, migliore attore protagonista per Claudio Bisio e Alessandro Siani, migliore attrice non protagonista per Valentina Lodovini e migliore sceneggiatura; la seconda è invece in lizza nelle categorie miglior regista esordiente per Massimiliano Bruno, Nastro speciale commedia, migliore attrice protagonista per Paola Cortellesi, migliore attore protagonista per Raoul Bova, migliore attrice non protagonista per Anna Foglietta e migliore sceneggiatura.

Galleria di immagini: Candidature ai Nastri d'argento 2011: le immagini

Tra i più nominati spiccano anche “La solitudine dei numeri primi” di Saverio Costanzo con cinque nomination e altre pellicole con quattro: “Malavoglia”, “Una vita tranquilla”, “Vallanzasca – Gli angeli del male”, “20 sigarette”, “Immaturi” e “La banda dei Babbi Natale”. Nastro speciale dell’anno 2011 a Mario Martone con il suo “Noi credevamo“, già uscito trionfante dai David di Donatello: poco seguito al botteghino, il film sul Risorgimento italiano ha difatti conquistato ben sette statuine.

Tra i migliori film europei si contenderanno il premio Mike Leigh per “Another year”, Tom Hooper per l’acclamato “Il discorso del re“, Susanne Bier per “In un mondo migliore”, François Ozon per “Potiche – la bella statuina” e Xavier Beauvois per “Uomini di Dio”. Tra gli extraeuropei la cinquina è composta da “Hereafter” di Clint Eastwood, dal già premiato agli Oscar “Il cigno nero” di Darren Arenofsky, da “Inception” di Cristopher Nolan, da “The Social Network” di David Fincher e da “Un gelido inverno” di Debra Granik. Appuntamento al 25 giugno per i risultati.