Al tanto atteso Natale 2011 non manca molto, ma c’è chi è impaziente di aspettare la vigilia e vorrebbe scartare i regali in anticipo, già a metà dicembre. In alcune zone d’Italia, tuttavia, questo è realmente quello che accade grazie alla festa di Santa Lucia.

A pochi giorni dal Natale 2011 si festeggia infatti Santa Lucia, il 13 dicembre, evento popolare soprattutto in alcune province del Nord Italia, da Verona a Brescia, fino a Mantova, Vicenza e Bergamo: in queste zone i bambini ricevono regali e dolciumi, molto più che per la festività del 25 dicembre.

Secondo quanto reso noto da Coldiretti, inoltre, i bambini che riceveranno i regali per Santa Lucia sono oltre un milione, e per la maggior parte ci saranno poche cose sotto l’albero di Natale. La tradizione prevede un preciso rituale che coinvolge tutta la famiglia, e nelle città e paesi che festeggiano questa ricorrenza non è difficile assistere a vere e proprie processioni con la Santa vestita di bianco che gira per i vari quartieri.

Per i bambini Santa Lucia arriva con il suo asinello nella notte che precede il 13 dicembre, e dopo aver assaggiato del cibo lasciato appositamente per lei e il suo fedele amico dagli abitanti della casa, fa dono ai bimbi di alcuni giocattoli, nonché biscotti e dolciumi vari che variano a seconda della località: insomma, è come se leggesse nel pensiero dei piccoli anticipando i regali chiesti con la classica letterina a Babbo Natale.

C’è chi si accontenta di quanto ricevuto, ma anche chi aspetta il giorno di Natale per raddoppiare i festeggiamenti, e naturalmente anche i doni.

Fonte: Agi