I regali più desiderati per il Natale 2011 dai bambini cominciano tutti per i: iPad e iPod e iPhone. Questo stando a una ricerca Nielsen su un campione di minori statunitensi tra i 6 e i 12 anni. Numeri probabilmente non dissimili da quelli europei e italiani.

Per il Natale 2011 i genitori devono rassegnarsi, ma d’altra parte sono abituati alle diavolerie tecnologiche, in particolare le console per i videogiochi, che già danno qualche preoccupazione, ma l’ingresso di strumenti così raffinati potrebbe mettere in ansia mamma e papà: come fare se la lettera a Babbo Natale è spedita per conoscenza a Steve Jobs?

La tavoletta digitale o il lettore MP3 touch hanno la caratteristica di essere fondamentalmente sempre connessi, capaci di fornire molteplici occasioni di sfruttamento dei contenuti della Rete, ma i genitori sbaglierebbero se si fermassero qui. In realtà, proprio l’iPad, al primo posto dei sogni dei bambini, può essere uno strumento educativo di sostegno. Dipende dall’uso che se ne fa.

Dunque, se si considera superabile lo scoglio del prezzo di questo strumento (tra i 600 e i 700 euro), l’iPad è da considerare come il nipote del “Sapientino scuola” (ricordate?), capace di stimolare l’apprendimento con applicazioni veramente eccezionali sulle materie più disparate. Tanto che alcune scuole americane lo stanno adottando come materiale interno, persino all’asilo.

Anche sul mercato italiano stanno crescendo delle realtà interessanti, magazine, applicazioni, pensate per i più piccoli e fortemente controllate, studiate appositamente per l’apprendimento, senza contenuti pericolosi.

Fonti: Webnews; Apple Digital