Natale 2011: per i bambini solo giochi sicuri, questo è l’imperativo per quest’anno grazie a una campagna lanciata dalla Commissione Europea. Si tratta di un’iniziativa volta a garantire la sicurezza dei giocattoli che finiranno nelle mani di milioni di minori.

Per il Natale 2011 sarà più semplice e più sicuro acquistare i doni per i bambini grazie a questa campagna che arriva da Bruxelles, perché i giocattoli dovranno rispondere obbligatoriamente a determinati requisiti.

Sulle emittenti televisive europee sarà trasmesso un video che illustrerà le regole per la sicurezza, e al momento dellascelta dei giochi saranno distribuite apposite cartoline contenenti vari consigli per tutelare la salute dei piccoli (i negozi che fossero interessati a partecipare alla campagna possono mettersi in contatto con la Commissione Europea).

Vediamo allora qualche prezioso consiglio per tutte le mamme che si accingono a comprare i regali di Natale. Per prima cosa occorre controllare, al momento dell’acquisto, che il prodotto sia marcato CE: si tratta della certificazione del produttore, che si impegna a seguire tutte le norme di sicurezza stabilite dell’Unione Europea.

Per i bambini più piccoli di 3 anni, è meglio non acquistare giocattoli che possano essere scomposti in piccoli pezzi perché si rischia che il piccolo possa ingerirli. Sulle scatole viene normalmente indicata la fascia di età alla quale il gioco è destinato così da non sbagliare.

Inoltre, uno dei pericoli più gravi è dato dai tipici sacchetti di plastica trasparente che spesso troviamo negli imballaggi dei giocattoli: questi possono costituire una causa di soffocamento molto comune e sono quindi da buttare via appena scartato il prodotto.

Per quanto riguarda i giocattoli morbidi, fatti di stoffa, occorre assicurarsi che il tessuto sia atossico e lavabile perché il bambino li tiene per terra e poi li porta alla bocca, venendo così a contatto con innumerevoli batteri.

Preferibilmente è meglio acquistare i giocattoli presso negozi di fiducia in modo che possano essere facilmente restituiti qualora presentassero dei difetti, o non rispondessero alle norme di sicurezza. Particolare attenzione va rivolta anche agli oggetti di seconda mano o ricevuti in regalo da qualcun altro. Potrebbero non essere aggiornati secondo le ultime norme di sicurezza.

La cosa più importante è sicuramente comprare un gioco che sia adatto al bambino non solo in termini di età, ma anche affine alle capacità peculiari del singolo, al suo carattere, al suo comportamento abituale e ai suoi gusti.

Ed infine, tenere sotto controllo i figli mentre giocano è la norma di sicurezza più efficace al di là di qualsiasi legge, e come tutte le mamme sanno è anche molto divertente e fa capire come il bimbo esprime le proprie capacità creative.

Fonte: agoramagazine