Il Natale 2011 è ormai imminente, e sono già in tanti ad aver scelto la via, più pratica e spesso più economica, dello shopping online, evitando lunghe file nei negozi del centro e resse per i parcheggi. Per coloro che si accingono ora ad acquistare oggetti e prodotti su Internet, arriva un prontuario che illustra le regole fondamentali per non prendere fregature.

Mai come in questo Natale 2011 le famiglie italiane si dedicheranno all’acquisto dei regali online, ma un po’ per poca esperienza, un po’ per mancanza di tempo, spesso si rischia di andare incontro a brutte sorprese e non poter più tornare indietro, spendendo denaro inutilmente.

ESET, produttore di software antivirus, ha diffuso le cinque regole d’oro che dovrebbero essere seguite per fare shopping online in totale sicurezza, anche perché le festività natalizie sono spesso prese di mira dagli hacker e il rischio di violazione della privacy è alto.

Si parte con una regola base che dovrebbe valere in realtà per tutto l’anno: prima di effettuare acquisti in rete bisogna accertarsi che il PC sia protetto dai virus. Secondo monito, rivolgersi preferibilmente a siti Web conosciuti, verificando tutte le condizioni di acquisto prima di fare il pagamento, anche per quanto riguarda le spese e i tempi di consegna.

Davanti alle offerte presentate come uniche e irripetibili, inoltre, bisognerebbe diffidare o quantomeno riflettere sulla tipologia del prodotto. Secondo gli esperti, infatti, dietro un’offerta che propone a un prezzo stracciato un prodotto nuovo e molto richiesto, potrebbe esserci l’ennesima fregatura.

Se le offerte arrivano via email attraverso newsletter o avvisi dei social network, prima di precipitarsi nell’acquisto è meglio verificare la reale esistenza del sito e procedere con cautela. L’ultimo monito, ma non per importanza, riguarda il protocollo standard utilizzato nei siti Web sicuri per le transazioni: per accertare se la connessione è collegata a un Server Sicuro SSL, infatti, bisogna verificare se l’indirizzo Web completo riporta la formula https o shttp, e non il semplice http, oppure se la pagina visualizza il simbolo di un piccolo lucchetto in basso a destra.

Poche e semplici regole per dedicarsi allo shopping natalizio online in tutta sicurezza, ma non solo: saranno come sempre in molti, infatti, a voler sfruttare le risorse offerte dalla Rete per vendere online i regali di Natale non graditi, oppure i soliti doppioni che non mancano mai sotto l’albero di ciascuno di noi. Anche in questo caso valgono i medesimi consigli degli esperti.

Fonte: Ansa