Natale 2011: sicurezza per i bambini, questa è la parola d’ordine. Se è vero che il Natale è il momento degli addobbi, delle candele profumate, del pungitopo e delle palline colorate, è anche vero che molti di questi oggetti tipicamente natalizi sono fonte di rischi soprattutto per i più piccoli della famiglia.

Ecco alcuni consigli per un Natale 2011 ricco di decorazioni suggestive ma anche sicuro. Le candele profumate che donano atmosfera e calore possono ad esempio essere tossiche per i bambini, in quanto producono monossido di carbonio e particelle di metalli pesanti che, se inalati, potrebbero causare reazioni allergiche, bronchiti asmatiche e nei casi più gravi portare all’asma.

Anche gli alberi di Natale artificiali sono elementi di rischio. Per essere considerati sicuri devono avere il marchio di certificazione CE, in caso contrario potrebbero essere realizzati di materiali plastici nocivi e dipinti con vernici inquinanti e possibilmente tossiche.

I bambini poi, si sa, amano toccare e portare alla bocca tutto ciò che li circonda. Per questo anche gli addobbi naturali possono essere pericolosi, il loro colore può attirare i piccoli curiosi che ingerendo accidentalmente bacche, stelle di natale o palline decorative potrebbero essere soggetti a dolori intestinali, vomito e addirittura avere delle crisi convulsive.

Ecco perché è importante tenere gli addobbi a una distanza di sicurezza dal campo di azione dei bambini. Purtroppo una delle cause più frequenti di ricovero perdiatrico risiede nell’avvelenamento, basti pensare che negli ultimi dieci anni si sono avuti oltre 1.600 casi di piccoli con intossicazione giunti all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Tra i più a rischio ci sono i bimbi fino ai 4 anni proprio per la loro incapacità di percepire il pericolo. Per cercare di contrastare questi problemi l’Ospedale Pediatrico di Roma ha messo a punto una lista di consigli per le mamme nel caso in cui si trovino ad affrontare un’emergenza, e questo sia a Natale sia in qualsiasi altro periodo dell’anno.

I farmaci ad esempio vanno tenuti in ambienti fuori dalla portata dei bambini, e non si deve mai togliere le etichette in modo che se qualcosa viene ingerito per errore si è in grado di dare all’autorità sanitaria le informazioni necessarie a intervenire.

Nel caso in cui il bambino abbia ingerito qualcosa non bisogna mai indurre il vomito, ma consultare subito il proprio medico o recarsi al pronto soccorso.

In conclusione per un Natale 2011 più sicuro è necessario controllare sempre le etichette affinché garantiscano la certificazione europea, preferire le candele di cera naturale a quelle di paraffina, areare spesso i locali e tenere gli oggetti più pericolosi in luoghi inaccessibili ai bambini.

Fonte: Italiamagazineonline