Natale 2011, un periodo che nell’immaginario collettivo non sembrerebbe esattamente il più adatto a esplorare la propria sessualità o quella del partner. Il periodo natalizio hai il sapore di altre cose, di vecchi ricordi di bambini, di tavole imbandite, di piacevoli o spiacevoli incontri con i parenti, secondo come uno percepisce le occasioni festive. Eppure, il fatto di avere più tempo libero e magari non sempre avere piacere a stare con gente intorno in quei giorni, potrebbe stimolare a utilizzare le feste per degli escamotage sessuali fantasiosi.

Innanzitutto il gioco di ruolo, che potrebbe essere una simpatica sorpresa durante il Natale 2011. Esistono in commercio dei succinti abiti da Babbo Natale sexy e al femminile, che si potrebbero utilizzare con il proprio partner magari condito con qualche finto giochetto sadomaso, come a dire che agli adulti cattivi si porta ben altro che il carbone.

Tradizionalmente, il rosso è il colore del Natale e sono spesso tanti i partner a scambiarsi intimo rosso in vista del Capodanno. La biancheria sexy è comunque un regalo sempre molto apprezzato, che potrebbe andare accanto ai regali tradizionali: far trovare a lui delle mutandine microscopiche da donna in una piccola scatola potrebbe solo far pregustare l’intimità successiva all’apertura dei doni. In ogni caso bisogna ricordare una regola d’oro: la biancheria sexy va regalata solo quando un rapporto è ormai consolidato o potrebbe apparire di cattivo gusto e, inoltre, deve essere sempre chi regala a sceglierla, non fratelli, sorelle o amici, anche se un consiglio non guasta mai.

Per le calde notti delle feste, si può pensare a preparare un’ulteriore sorpresa per il proprio lui: una serata intima senza che lui immagini nulla. In un giorno dei tanti di festa in cui non si hanno particolari impegni, lo si può trarre in inganno con la scusa di una cena con gli amici e fargli trovare, invece, un’atmosfera romantica con l’albero illuminato, il camino acceso, magari delle candele profumate in mancanza del camino, lo champagne in un cestello di ghiaccio e magari una mise succinta e trasparente.

Infine, si potrebbe pensare a un regalo davvero speciale. Non si tratta di qualcosa che si compra, bensì di una concessione che si potrebbe fare all’interno della vita sessuale di coppia: si potrebbe cedere, almeno per una volta, su qualche pratica particolare che l’uomo da sempre richiede, ma che la donna della coppia sempre rifugge. Il sesso in fondo è un gioco, e deve essere basato sulla fiducia reciproca anche superandone i limiti, che sono imposti da eccessivi moralismi o paure. È un regalo, quindi se andasse male rimarrà un episodio isolato, in caso contrario diventerà una consuetudine della {#coppia}.