La casa farmaceutica francese Sanofi-Pasteur ha deciso di collaborare con l’università della California, il prestigioso ateneo con sede a San Diego, in merito alla possibilità di creare in futuro un vaccino anti-acne. Nata per promuove gli studi scientifici sull’annoso problema che affligge una percentuale consistente della popolazione mondiale, questa collaborazione potrebbe a breve che condurre alla possibilità di rendere immune il batterio che porta allo sviluppo di questa vera e propria patologia.

Lo studio, attualmente già in fase di sperimentazione, ha lo scopo finale di arrivare a una terapia anti-brufolo che potrebbe addirittura prevenire l’insorgere del problema. Il team degli scienziati che si stanno occupando di sviluppare questo vaccino anti-acne è coordinato dal professore Chun-Ming Huang.

Come fa sapere il magazine New Scientist nella sua ultima pubblicazione i test, svolti al momento esclusivamente sugli animali, dimostrano la possibilità di combattere attivamente ed efficacemente i batteri che causano l’insorgere dei brufoli. La vaccinazione, traguardo a cui il team spera di giungere rapidamente nel giro di due anni, impedirebbe che essi possano nuocere, neutralizzandoli completamente; decisamente un grande passo per tutti coloro che ne soffrono.

Nell’attesa della sua realizzazione, l’unico consiglio valido è continuare a curare l’acne con appropriati prodotti, ovviamente seguendo le prescrizioni del medico specialistico.

Fonte: Corriere