Arriva finalmente al cinema in Italia, giovedì 29 marzo, l’attesissimo film della Disney con Oprah Winfrey, Reese Whiterspoon e Mindy Kaling: Nelle pieghe del tempo è un live action tratto dal celeberrimo bestseller omonimo di Madeleine L’Engle. Il lungometraggio, diretto da Ava DuVernay, è perfetto da vedere con tutta la famiglia o con le amiche. Curiose di sapere di che si tratta? Ecco trama e cast, qualche curiosità sui costumi e una divertente clip girata dietro le quinte.

Leggi anche: Tomb Rider, il film con Alicia Vikander

Foto: courtesy press office

Nelle pieghe del tempo: la trama e il cast del fim della Disney

Meg Murry (Storm Reid), figlia di due fisici di fama mondiale, è una studentessa delle medie che tenta disperatamente di integrarsi nella sua scuola: è intelligente e ha doti eccezionali, ma non è ancora consapevole. La sua vita cambierà radicalmente dopo che l’improvvisa scomparsa del padre (Chris Pine). Suo fratello Charles Wallace (Deric McCabe) riesce però a mettere in contatto Meg e il suo compagno di classe Calvin (Levi Miller) con tre guide, la signora Quale (Oprah Winfrey), la signora Cos’è (Reese Whiterspoon) e la signora Chi (Mindy Kaling), che hanno viaggiato fino alla Terra per aiutare i ragazzi nella ricerca del padre.

Foto: courtesy press office

Il romanzo di Madeleine L’Engle

Pubblicato per la prima volta nel 1962, il romanzo di Madeleine L’Engle ha venduto oltre 23 milioni di copie in tutto il mondo. Premiato con il Newbery Prize nel 1963, Nelle pieghe del tempo è stato tradotto in 35 lingue. Edito nel nostro paese da Giunti Editori, in occasione dell’uscita del film, Mondadori lancia Nelle pieghe del tempo. Il graphic novel, scritto e disegnato dall’autrice americana Hope Larson, vincitrice di un Eisner Award. La Disney ha realizzato un adattamento televisivo del romanzo nel 2003, dal titolo Viaggio nel mondo che non c’è, diretto da John Kent Harrison e sceneggiato da Susan Shilliday, che presenta però molte e significative differenze rispetto al romanzo.

Nelle pieghe del tempo: i costumi

Paco Delgado, costumista di The Danish Girl e Les Misérables, ha progettato e realizzato abiti diversi per ciascuno dei pianeti visitati dalle tre guide: ognuno è incredibilmente originale e stravagante. L’indicazione della regista era quella di vestire le tre guide con abiti d’alta moda eleganti e avanti con i tempi, suggerimento accolto subito con grande entusiasmo da Delgado.

I costumi realizzati  per le tre guide mescolano atmosfere futuristiche ed elementi della terra, del mare e del cielo con tessuti e trame inusuali. Costruiti in modo intricato e con materiali delicati, non erano facili da indossare. Per prepararsi alle riprese, a causa anche delle complicate acconciature e del make-up, ogni giorno Oprah Winfrey, Reese Witherspoon e Mindy Kaling impiegavano circa tre ore di tempo.

Le favolose e futuristiche acconciature delle tre guide sono state supervisionate da Kim Kimble, capo del dipartimento di acconciature del film, che vanta oltre 25 anni di esperienza e ha lavorato con artisti come Beyoncé, Mary J. Blige e Shakira.

I costumi della signora Quale

La signora Quale, interpretata da Oprah Winfrey, è la più saggia delle tre guide: rappresenta l’energia e la luce e somiglia a un guerriero. Il costume ideato per lei da Delgado quando visita il pianeta Camazotz è un vestito dalla forma insolita, realizzato in organza metallica molto pesante dalla trama corrugata. Per comunicare maggiormente il concetto di una supernova esplosa, la parte interna del vestito è stata decorata con alcune piccole lampadine e sul tronco e sui fianchi della Winfrey sono state montate delle impalcature simili a una gabbia di metallo.

Quasi tutti i costumi femminili d’epoca hanno una struttura simile al loro interno, per sorreggere gli strati di materiali che si trovano sopra. Noi abbiamo fatto l’esatto opposto: l’abbiamo messa fuori”, ha spiegato il costumista.

Foto: courtesy press office

Sulla Terra, la signora Quale indossa una gonna fatta di anelli di metallo lunga fino al pavimento, mentre quando si trova su Orione all’intern o della grotta del Medium Felice, indossa un vestito lungo placcato in ottone con un corsetto in cotta di maglia simile a una molla pronta a scattare e, nella parte superiore, un top bianco con delle piume artificiali.

Foto: courtesy press office

I costumi della signora Cos’è

Delgado ha avuto una maggiore libertà nel disegnare il guardaroba del personaggio di Reese Witherspoon.

La signora Cos’è è molto bizzarra e spensierata ed è sempre felice. Sia nel film che nel libro, la prima volta che la incontriamo indossa delle lenzuola rubate. Volevo smuovere un po’ le cose, così ho mantenuto le lenzuola ma le ho rese un po’ più scultoree e astratte: non seguono le linee del suo corpo ma le mettono in evidenza la vita, trasformandola quasi in una silhouette”, ha spiegato Delgado.

Foto: courtesy press office

Per la parte inferiore del vestito indossato su Orione, è stato creato un materiale speciale che somigliava a delle code di pesce in movimento. La parte superiore dell’abito comprende uno strato molto sottile di tessuto sotto a un giubbotto di rame con delle spalline. Per disegnare il costume indossato su Camazotz, Delgado si è ispirato alle calle: si tratta di un bellissimo vestito bianco molto largo, che si muove moltissimo.

Foto: courtesy press office

I costumi della signora Chi

In contrasto con gli abiti degli altri personaggi, il guardaroba disegnato da Delgado per la signora Chi, interpretata da Mindy Kaling, spazia tra svariate culture, continenti e periodi storici. Le sue idee si sono trasformate in un’ampia gamma di indumenti bellissimi realizzati in materiali e tessuti ispirati all’estetica giapponese, ma con influenze nordiche. Il costumista si è basato sui kimono giapponesi per creare l’abito indossato dalla signora Chi sulla Terra: una meravigliosa gonna composta da svariati strati di un materiale variopinto, divisa in due linee asimmetriche, indossata insieme a un mantello laminato di colore argento e tonalità pastello, decorato a sua volta con piume ricamate.

Foto: courtesy press office

Su Orione, il personaggio indossa un vestito ispirato ad alcune fotografie visionate da Delgado, che raffiguravano alcune donne colombiane intente a trasportare dei cestini in equilibrio sulle proprie teste. Comprende svariati tessuti e motivi differenti cuciti insieme come una trapunta di patchwork, con una gonna disposta in diagonale indossata sopra di essi. Su Camazotz, indossa un costume più casual realizzato con un tessuto simile a quelli che si utilizzavano nel Giappone del XIV secolo, con alcune delle citazioni pronunciate dal personaggio nel film stampate sulla parte superiore del vestito in font differenti.

Foto: courtesy press office

Dietro le quinte del film Disney

Ecco la clip in esclusiva per noi girata dietro le quinte, per conoscere qualche segreto in più sulle protagoniste de Nelle pieghe del tempo, i loro costumi, il make-up e le loro fantastiche acconciature.