A molti il nome di Sylvain Chomet non suonerà troppo familiare, ma se nominiamo uno dei capolavori del mondo dell’animazione degli ultimi anni come “Appuntamento a Belleville” del 2003, le cose dovrebbero cambiare. A ben sette anni di distanza, l’animatore, scrittore e regista francese, torna nuovamente nelle sale con il suo secondo lungometraggio che ha per titolo “L’Illusionista“.

Il nuovo film nasce da una sceneggiatura incompiuta di Jacques Tati, il famoso mimo e regista francese. La storia racconta di un illusionista che, nonostante l’incredibile bravura, non sembra più essere in grado di riempire le sale dei teatri come in passato.

La soluzione sembra arrivare grazie allo slancio di Alice, una giovane ragazzina scozzese che lo seguirà a Edimburgo, aiutandolo a riaffermarsi come artista e ha riconquistare la fiducia perduta.

“L’Illusionista” arriverà nelle sale italiane il prossimo 29 ottobre, la pellicola sarà distribuita in pochissime copie dalla Sacher di Nanni Moretti, l’unica casa di produzione in Italia capace di vedere il potenziale di quello che potrebbe essere il secondo capolavoro di Sylvain Chomet, un regista assolutamente da conoscere.