New York rimane tra le mete più ambite negli Stati Uniti, punto di riferimento come è di movimenti artistici, per la nascita di tendenze e per un tenore di vita da favola, ideale per viaggi e vacanze da sola, con il partner, con la famiglia o con gli amici. È conosciuta come la città che non dorme mai e non è soltanto un modo di dire.

Sinonimo di avventura e scoperte insolite, New York non può che sorprendere il viaggiatore, con la sua capacità di non annoiare mai. La cultura ha un posto importante nella Grande Mela: concerti, musical e altri spettacoli sono numerosi, ma anche festival, proiezioni di film e musei specializzati non fanno eccezione. Lo skyline di Manhattan, tra i più famosi al mondo, sa far innamorare come altri posti al mondo.

Ecco una piccola guida per districarsi in città e sapere dove dormire, mangiare e cosa vedere.

New York: dove dormire in hotel e appartamento

  • Waldorf Astoria New York: situato sulla storica Park Avenue, a 350 metri dal Rockefeller Center, è un punto di riferimento in città e offre lussuose camere, un ristorante a 5 stelle, un centro benessere boutique, e la connessione Wi-Fi gratuita nell’emblematica hall in stile Art Déco. Il palazzo dove è ospitato, ideato dagli architetti Schultze e Weaver, è datato 1931.
  • Hotel Belleclaire: è un ottimo 3 stelle sulla 77th Street a due isolati dalla stazione della linea 1. Nelle vicinanze anche Shake Shack per gustare un ottimo hamburger, un ottimo ristorante cinese, The Red Farm e Cottage, ottimo ristorante a prezzi modici.
  • Airbnb e Wimdu sono due portali che raccolgono centinaia di proposte per dormire in appartamento, una soluzione conveniente soprattutto quando si è in famiglie numerose e si ha necessità di più stanze. Consente di risparmiare, a patto di non pretendere di voler dormire in un appartamento che si trova a Times Square o nelle vicinanze.
  • Lo scambio di appartamenti, nato negli anni Cinquanta, permette ai turisti di risparmiare sull’alloggio. È un servizio gratuito e la casa può anche essere scambiata contro un camper o roulotte.

New York: dove mangiare

La Grande Mela riserva molte sorprese gastronomiche anche per chi non ha intenzione di investire un grosso budget per mangiare. Ecco una lista tra opzioni cheap e place to be.

  • Whole Foods Market: ci sono diverse sedi in giro per Manhattan. In origine, si trattava di un supermercato biologico che offriva prodotti freschi; ora ha aumentato l’offerta con il buffet self-service.
  • Corona Gourmet Deli: è a Times Square, nel centro di New York. È perfetto per un pasto veloce, ma quando il menu è esteso. A parte gli hamburger tradizionali, si può optare per il sushi, filetti di pollo con verdure in salsa, biscotti, macedonie di frutta e verdura, o fasciature. È possibile mangiare sul posto o portare via il pranzo.
  • Fresh & Co: si trova nella Grand Central. È conosciuto per i suoi piatti a base di ingredienti biologici.  Accanto a ricette di pesce, carne, verdure e quinoa c’è una  selezione di piatti vegan, panini, insalate e ricette senza glutine.
  • Old Homestead: è la steakhouse più vecchia di New York, situata nel Meatpacking District e quindi perfetta in un itinerario che preveda anche una visita al Chelsea Market e alla High Line. L’hamburger più piccolo è quello da 10oz, equivalenti a circa 280gr, fino ad arrivare a quello da 20 once, ovvero oltre mezzo kg.
  • Balthazar: è un ristorante francese a Soho, in stile tipicamente parigino. È sempre affollatissimo e piuttosto rumoroso, offre cibo di altissima qualità a prezzi non folli, considerando che si tratta di uno dei punti di riferimento della ristorazione di Manhattan.
  • Magnolia Bakery: la panetteria, aperta negli anni ’90, è rinomata per la qualità dei suoi prodotti. Ovviamente, la sua reputazione e il successo sono tali che è indispensabile armarsi di pazienza per ottenere ottenere l’oggetto del vostro desiderio perché spesso c’è mezzo mondo in fila.

New York: cosa vedere e fare

  • Bushwick è una zona in grandissimo fermento negli ultimi tempi, soprattutto dal punto di vista della street art, con una produzione ampia e importante di tantissimi artisti. Fino alla fine degli anni ’90 è stato un posto poco raccomandabile, sia per i turisti e per i newyorkesi stessi, noto per il suo alto tasso di criminalità, la prostituzione e il traffico di droga. Recentemente, la zona ha cambiato look, con l’arrivo di molti artisti. Hanno aperto molti studi e gallerie per le strade, rendendo Bushwick più accogliente e favorendo il nascere di molti locali alla moda.
  • Henri Bendel è un’istituzione a New York. Il negozio offre una vasta gamma di cosmetici e accessori di moda dai  prezzi esorbitanti. Su tre piani, vi si può godere la decorazione originale del negozio. Si trova a 712 5th Avenue.
  • Le patite di Sex and the City possono fare una gita alla casa di Carrie Bradshaw, che si trova al numero 64 di Perry Street, nel West Village a Manhattan, in una bellissima via alberata.
  • Con i suoi 341 ettari, Central Park è un enorme spazio verde nel cuore della città. Un giro in bicicletta nel parco è sempre molto piacevole. Inoltre, molte società di noleggio di biciclette si trovano nei pressi del parco, per noleggiare un mezzo solo per due o tre ore ed evitare di dover girare inutilmente per la città.
  • Gli Hamptons si raggiungono in soli 40 minuti con l’idrovolante lungo l’East River. Chi preferisce una soluzione meno costosa può noleggiare una macchina ed essere lì in die ore e mezza, a seconda del traffico. Ci sono anche escursioni in giornata, partendo da  New York, per circa 60 euro. L’upper class newyorchese e molti personaggi famosi hanno una villa agli Hamptons e la raggiungono allo sbocciare della primavera. Sono come si vedono nei film: lussuose residenze affacciate sull’Oceano, arredate per lo più in stile shabby chic, con giardini immensi,a ridosso delle spiagge di sabbia bianca che guardano l’oceano.