Mentre la New York Fashion Week volge al termine, è il momento per le vittime dei trend e per gli operatori del settore di tirare le somme e estrapolare dalle sfilate le tendenze per la Primavera Estate 2016.

Da sempre, infatti, lo stile di tutti i giorni e le passerelle dei grandi designer si influenzano a vicenda creando proposte da seguire come indicazioni generiche ma anche come diktat che si impongono nel vero senso della parola quando arriva la stagione.

Galleria di immagini: Dalla New York Fashion Week le tendenze per la Primavera Estate 2016

Che si tratti di un dettaglio o di un’atmosfera, ecco un’anticipazione delle 5 tendenze per la Primavera Estate 2016 da non perdere.

  1. Profumo di mare. Non è così scontato che quando si parla della stagione calda ci siano degli accenni al mare, è anzi cosa rara, se non nel settore beachwear. Per essere sicuro che iniziassimo già a a pensare alle prossime vacanze al sole, Tommy Hilfiger riproduce nelle sue creazioni le atmosfere di isole paradisiache come Jamaica e Barbados, per una linea che ha definito “tropicale, coloratissima, che si ispira al sole, alla sabbia, all’acqua”. In passerella, infatti, ci sono cappellini reggae, pantaloni larghi, abiti lunghi e comodi a righe o con stampe floreali, top e tessuti all’uncinetto. Aria di vacanza anche da Altuzarra, che rivisita le sue radici basche con espadrillas, biancheria e tessuto stropicciato, e per Rosie Assoulin con bikini legati a camicette stampate.
  2. Bianco e nero. Anche se su tutte le passerelle ha dilagato in particolare l’arancione, che ha trovato posto soprattutto nelle collezioni di Jeremy Scott e di Prabal Gurung, che si è ispirato ai monaci nepalesi vestiti di arancio e giallo, il bianco e il nero non passano mai di moda e nella prossima primavera saranno insieme un must have. Givenchy ha costruito tutti i look esclusivamente con questi colori, molto presenti anche nelle creazioni di Victoria Beckham, Proenza Schouler e Alexander Wang.
  3. Fiori romantici. In primavera i fiori, protagonisti indiscussi della natura con i loro profumi, con i colori e l’aspetto delicato e complesso al tempo stesso, non possono mancare di trasferirsi sugli abiti. Li troviamo nelle romanticissime collezioni di Badgley Mischka, di Tadashi Shoji, di Diane von Furstenberg e di Oscar de la Renta. La Maison, orfana del suo fondatore scomparso lo scorso 20 ottobre, propone una donna estremamente elegante in tutte le occasioni. Peter Copping disegna abiti da cocktail e da sera con silhouette deliziosamente retro coperti da fiori e disegni geometrici vintage che non rinunciano al colore.
  4. Rock style. Il rock è ormai tra gli stili ispirati al passato più amati e frequentati, in ogni stagione. La collezione Primavera Estate 2016 Diesel Black Gold propone alla New York Fashion Week una donna decisa e aggressiva con un look rock: tanta pelle, borchie e intarsi su vestiti non a caso bianchi e neri che creano un outfit minimal ma estremamente sexy e provocante.
  5. Mega accessori. La parola chiave per scegliere l’accessorio giusto per la prossima primavera è “oversize”. Oltre alle borse, gli accessori che, su tutti, sono una dichiarazione di intenti in questo senso sono senz’altro gli orecchini di grandi dimensioni visti da Jeremy Scott, Banana Republic, Rosie Assoulin e Alexander Wang.