Per la New York Fashion Week, la settimana della moda statunitense, ieri è stato il terzo giorno di sfilate. Mentre iniziano a delinearsi i primi trend, ancora grandi nomi per le collezioni dedicate all’autunno-inverno 2012/2013, come quelli di Suno, Lacoste, Prabal Gurung, Wes Gordon e Alexander Wang.

Galleria di immagini: New York Fashion Week, giorno 3

Suno, il progetto di Erin Beatty e Max Osterweis, propone opulente stampe che mescolano grandi righe e fantasie floreali, tutte nei toni del grigio con poche concessioni al bianco, verde e rosso. Giacche dalle spalline importanti coprono fino al punto vita, dove emergono gonne al ginocchio dalla linea decisa e netta; abiti avvolti intorno al corpo, segnano la vita su maglioni a collo e camicie fantasia dai colori tenui. Tantissimi fiori anche per gli abiti bon ton al ginocchio, scalzati solo dalle fantasie geometriche per i completi che si distinguono da divertenti rouches, o da pois in black and white che si concedono anche il lusso di inserti in morbida pelle nera.

Per la nuova collezione, lo stilista di Lacoste Felipe Oliveira Baptista si è ispirato alla collezione del 1966 realizzata dal brand per la nazionale di sci francese: ecco dunque dove affondano le radici le creazioni dai richiami futuristici, fatte di tute e abiti aderenti tutti nelle tonalità del nero, blu e rosso. Più elegante e meno azzardata è la seconda parte della collezione, fatta di mini abiti e completi pantalone che alternano fantasie intrecciate a blocchi di colore, caratterizzati dalle ampie maniche che lasciano emergere le braccia e le mani che si rifugiano nelle piccole tasche frontali.

Pochi colori ma ben miscelati quelli di Prabal Gurung che, per l’autunno-inverno 2012/2013 della {#New York Fashion Week} sceglie nero e bianco, blu e oro per realizzare creazioni femminili e affascinanti. Dagli abiti a bustier fino ai completi top e pantaloni fino ai piedi con stampe e applicazioni floreali, la passerella è un tripudio di contrasti che puntano a creare giochi di luci e spessori. Di grande rilievo anche gli {#accessori} dorati, come bracciali e cinte sfavillanti che rifiniscono importanti tessuti che si sovrappongono in impalpabili rouches. Alla pelle si aggiungono anche le piume, protagoniste degli abiti dedicati alle grandi occasioni, impreziositi da trasparenze decorate e ricami metallici sul décolleté.

Wes Gordon celebra la ricchezza con pellicce, tessuti preziosi e luminosi broccati, tutti rivisitati in chiave moderna con un piacevole gusto retrò di fondo. Abiti e cappotti dalla vita alta, pantaloni a zampa e abiti dalla gonna ad ampia s’imprimono nella galleria dei trend per la stagione grazie agli accostamenti di colore che vanno oltre al consueto: rubino e smeraldo, grigio e ocra fino al bianco e nero ad alto impatto visivo. Oltre all’interessante proposta per la sera, un abito lungo in cui si gioca con importanti trasparenze e ricami con cristalli, punto in favore della collezione le scarpe spuntate del guru {#Manolo Blahnik}.

Collo alto fino al naso per le modelle di Alexander Wang, il quale propone una linea moda dai toni dark nelle tonalità del nero, bianco e sangue di bue. Capi fortemente strutturati da tessuti rigidi come pelle e pvc, delineano uno stile ben determinato e graffiante, anche grazie alla scelta di biker e abiti che si posano come armature sui corpi delle modelle. La sera i tessuti diventano trasparenti, come i top che si stagliano su pantaloni alla caviglia e le gonne di abiti impreziositi da lunghe e candide piume.