Regione Lombardia in orbita nel servizio educativo per i bambini di età compresa tra i 24 e i 36 mesi.

Per il 2011-2012 la Giunta regionale lombarda, per il sostegno agli asili dei piccolissimi, ha destinato 3,3 milioni di euro alle ‘sezioni Primavera’: pronto per la firma l’accordo con l’Ufficio Scolastico Regionale, che renderà operativa l’erogazione dei contributi. 256 ‘sezioni Primavera’ hanno funzionato in Lombardia per il 2010/2011.

Regione Lombardia ha aggiunto 1 milione di euro di risorse proprie al finanziamento pubblico, assegnato dal Miur (Ministero per l’Università e la Ricerca) pari a 2,3 milioni. La sezione Primavera è un servizio educativo per la primissima infanzia: è una risposta concreta e costruttiva a un’esigenza sociale, che si va sempre più diffondendo con l’obiettivo primario di offrire ai bambini al di sotto dei tre anni di età una preparazione qualificata per il successivo passaggio alla scuola dell’infanzia.

I contributi sono concessi dall’USR previa richiesta da parte dei gestori di scuole dell’infanzia statali o paritarie o private in convenzione con il Comune o dagli asili nido comunali o privati in convenzione e sono destinati alle ‘sezioni Primavera’ attivate entro il 30/09/11. Naturalmente le strutture devono avere precisi requisiti per ricevere i contributi: disporre di locali idonei dal punto di vista della funzionalità e della sicurezza, allestire gli spazi con arredi, materiali e strutture che qualifichino l’ambiente educativo come contesto di vita per i piccolissimi, che ogni educatore abbia al massimo gruppi di 10 bambini.

Una conquista e un vantaggio per le mamme che lavorano, che sanno di poter affidare i loro piccoli a mani amorose, esperte, qualificate, in ambiente a tutta sicurezza ambientale, igienica, alimentare: in sintesi una sicurezza a 360° per svolgere un lavoro sereno sapendo che i piccoli vivono in ambiente a misura di bambino.