Nicolas Sarkozy, dal palco di Tolone, non nasconde la sua preoccupazione per l’attuale crisi economica che attanaglia l’intera Europa e afferma che la Francia e la Germania di Angela Merkel dovranno dettare i tempi e le riforme necessarie per risolvere questa delicata situazione.

Quindi l’asse formato da Nicolas Sarkozy e Angela Merkel sembra ben saldo e si propone come la soluzione necessaria per uscire dalla crisi economica.

Galleria di immagini: Angela Merkel

Il primo passo è stato l’annuncio di un vertice straordinario che si terrà all’Eliseo il prossimo lunedì, in cui verranno messe a punto le misure necessarie per evitare un possibile fallimento della zona Euro. Infatti il rischio è molto alto, come sottolinea lo stesso Sarkozy:

«L’Europa non è più una scelta ma una necessità, ma se non riuscirà a riprendersi verrà spazzata via dalla crisi».

Tuttavia, anche se paiono molto uniti, Francia e Germania sembrano profondamente divisi circa le misure da adottare per uscire dalla crisi economica. Angela Merkel, per esempio, insiste sulla creazione di un fondo monetario europeo e soprattutto la riduzione dal 3 al 2% del deficit per tutti i Paesi della Ue. Nicolas Sarkozy è più concentrato su un meccanismo di solidarietà finanziaria, che si concretizzi con interventi della BCE e la creazione di Eurobond.

Si vocifera anche di un possibile ripensamento dei trattati, ma quello che più preme in questo momento è dare una risposta rapida e convincente ai mercati, per infondere fiducia e dare credibilità all’Euro.

Fonte: Ansa