Scherzate su tutto, ma non sulla sua virilità. È esperienza comune di molte donne: l’unico argomento sul quale è davvero impossibile ironizzare è la virilità. Uno studio dell’Università della Florida ora l’ha messo nero su bianco. E il sesso non ha l’esclusiva.

Lo studio, pubblicato su “Current Directions in Psychological Science”, ha condotto diversi esperimenti su vari gruppi di uomini, cercando prima di metterli in imbarazzo con mansioni considerate troppo “femminili”, poi spingendoli verso la competizione con altri uomini chiamati a compiti più consoni per loro.

Galleria di immagini: L'uomo perfetto

Un esempio? Intrecciare dei capelli invece di intrecciare una corda. Provate a far condividere l’esperienza ai due gruppi di uomini: il primo gruppo comincerà a comportarsi come fosse uscito da Jersey Shore. E se, come è successo nella ricerca, li si fa colpire un sacco da boxe, quelli che si sono sentiti umiliati nel loro machismo picchieranno molto più duro.

La morale è che gli uomini costretti a mansioni da femminucce diventano più aggressivi. Un “ripristino della virilità” sotto pressione esterna capace persino di modificare la percezione della violenza nei confronti del proprio o dell’altro sesso. Quindi le prestazioni sessuali c’entrano poco. C’entrano di più il giudizio degli altri e l’immagine che il maschio ha di sé.

“Gli uomini e le donne”, commenta la dottoressa Jennifer Bosson, “tendono ad attribuire i comportamenti aggressivi delle donne (quando qualcuno ha insultato la loro femminilità) a tratti di carattere (immaturità ad esempio) e le donne fanno la stessa cosa quando a essere aggressivi sono gli uomini. Tuttavia, quando l’aggressore è un uomo la cui virilità è stata minacciata (ad esempio, è stato insultato), gli uomini tendono a incolpare la loro aggressività alla provocazione.”

Un’altra singolarità del machismo insito in tutti noi (pare) è il fatto che sia avvertito come condizione perdibile, mentre la femminilità è biologica. Un uomo, insomma, può sentirsi temporaneamente minacciato al di là delle sue condizioni personali permanenti, mentre per le donne sembra che l’unica spada di damocle sia la fertilità.

Un suggerimento degli studiosi alla conclusione della ricerca? Meglio non costringere il vostro uomo a giocare con le bambole, a meno che il vostro obiettivo non sia proprio tirare fuori il macho aggressivo che è in lui. A vostro rischio e pericolo.