Il sito Dagospia negli scorsi giorni dava Luciano Gaucci come super ospite della prima puntata di Matrix. L’ospitata è però saltata nelle ultime ore e la nuova edizione del programma condotto da Alessio Vinci è partita senza il tanto annunciato ospite, ripiegando sull’argomento dei padri separati. Ma cos’è successo?

A provare a far chiarezza sull’oscura vicenda ci ha provato il TG di La7, condotto proprio dall’ex conduttore (e ideatore) di Matrix, Enrico Mentana. Rintracciato da una giornalista del TG, Luciano Gaucci ha spiegato le motivazioni del suo ripensamento:

Non voglio parlare, per il momento. Ho detto di no a Matrix perché non mi andava di parlare. La vicenda Tulliani è un affare personale: il motivo è questo.

Sempre su Dagospia la colpa del dietrofront viene data ai finiani, visto che Gaucci sarebbe dovuto intervenire riguardo alla vicenda del tormentone estivo sulla casa di Montecarlo e avrebbe potuto fare nuove rivelazioni scomode soprattutto per il Presidente della Camera Gianfranco Fini e per la compagna Elisabetta Tulliani.

Diversa invece la storia per Corrado Zunino, che così scrive su La Repubblica

Con l’avvicinarsi della puntata di “Matrix”, ricordata a più riprese da Dagospia, al responsabile dell’informazione di Canale 5, Mauro Crippa, sono arrivati segnali preoccupati dallo staff di Silvio Berlusconi: “Forse non è il caso di rischiare un arroventarsi dello scontro tra il Premier e Fini, Gaucci è incontrollabile”. […] Sull’altro fronte, l’avvocato Cesare Sammarco, storico legale di Cesare Previti, ha convinto il cliente Gaucci a rinunciare a un nuovo attacco, questo in TV, alla Tulliani. A inizio settimana Alessio Vinci, che ha chiuso l’ultima stagione in crisi d’ascolti, ha abbandonato l’idea della puntata sul “Montecarlo gate” sostituendola con una sui “padri separati”.

Quale sia la verità e quali siano le motivazioni che hanno fatto mancare l’ospitata al programma condotto da Vinci rimane quindi un mistero. Luciano Gaucci potrebbe però partecipare nei prossimi giorni a qualche altro programma; si parla di Porta a porta ma anche In 1/2 ora di Lucia Annunziata.