La chef inglese Nigella Lawson ammette di aver fatto uso di cocaina in due circostanze nella sua vita, anche se non si sente una tossicodipendente. La Lawson ha deposto al processo per frode che vede imputate a Londra le sue due ex assistenti personali. E ha ammesso il consumo di sostanze stupefacenti: “Ho preso cocaina in due occasioni nella mia vita – le sue parole – ma sono assolutamente ridicole le accuse che mi sono state mosse dal mio ex marito”. Il signore in questione è il milionario e gallerista Charles Saatchi, il quale ha detto, senza mezze misure, che la Lawson è tossicodipendente.

La prima volta che assunse cocaina fu nel 2001, quando al suo ex marito John Diamond venne diagnosticato un cancro allo stadio terminale. La seconda nel luglio 2010, quando il già citato Saatchi agiva su di lei con quello che la stessa Lawson ha definito “terrorismo personale”: “Saatchi disse che se non mi rimettevo con lui e ripulivo il suo nome, mi avrebbe distrutto. Sono stata messo sotto processo, sono stata chiamata qui a rispondere, e sono felice di rispondere alle accuse e alla stampa mondiale, perché questo arriva dopo una lunga estate di bullismo e abusi”.

photo credit: Lloyd Davis via photopin cc