Nina Moric è stata ospite ieri a “Domenica Cinque“, dove ha raccontato lati inediti della sua vita e ha cercato di utilizzare buone parole per tutti quelli che potrebbero essere sembrati suoi nemici, sia negli anni che negli ultimi tempi. In particolare ha affermato di non avere niente contro Giorgia Palmas, la vincitrice de “L’isola dei famosi“, con cui era parsa ingaggiare una polemica a mezzo stampa, ma che considera solo una brava ragazza.

Parole buone anche per Fabrizio Corona, che considera comunque un buon padre e una brava persona, spiegando che i suoi errori dipendono dai deliri di onnipotenza e la sua convinzione dei essere Dio. La Moric ha raccontato anche che ha sbagliato a rimuovere dal suo braccio il tatuaggio con il nome dell’ex, perché ha rappresentato una parte importante della sua vita.

Galleria di immagini: Nina Moric

Poi è passata a narrare una parte dolorosa della sua storia personale, quando nel 2009, la Moric tentò il suicidio:

“Ho avuto un malore psicologico e fisico e, dopo una separazione molto dolorosa, ho compiuto un gesto estremo, ma non volevo togliermi la vita, era soltanto un gesto di estrema disperazione, una ricerca di aiuto, ho preso una dose eccessiva di sonniferi e sono finita in ospedale. Adesso da questo buio ne sono uscita. Io ho un grande vantaggio: dimentico molto in fretta”.

Parole ottime anche per la sua esperienza a “L’isola dei famosi“, per cui è stata concorrente in questa edizione e che l’ha aiutata a comprendere tante cose:

“Da quando sono tornata sono davvero cambiata, mi sono riavvicinata alle persone che nella mia vita hanno un ruolo davvero importante. Mia mamma adesso è presente nella mia vita, si è trasferita in Italia e questa cosa mi rende serena. Stando lontana dalla mia realtà ho capito che il mondo al quale appartenevo in quel momento non era adatto per me e le persone che mi circondavano non erano sbagliate, ma non erano giuste per me. Io ho superato tutti i miei ostacoli e ogni volta che sono uscita da una mia tragedia ne sono uscita più forte e più consapevole che ce l’avrei fatta di nuovo.”