Christy Turlington, ex modella di fama internazionale e storica testimonial di Maybelline New York, conosciuta per essere apparsa nelle campagne pubblicitarie di grandi griffe come Yves Sain Laurent e Chanel, si impegna nel sociale.

In occasione del Tribeca Film Festival ha debuttato come regista proponendo il documentario “No woman, no cry“, una testimonianza che tratta l’altissimo numero di donne che muoiono durante il parto o subito dopo, non a causa di complicazioni, ma in seguito a casi di malasanità, che potrebbero certamente essere prevenuti, anche se purtroppo non si fa mai abbastanza.

Christy dichiara:

Come ogni donna, ero entusiasta all’idea di diventare madre. Dopo il parto del primo figlio, ho avuto qualche complicazione, ma sono stata seguita da un equipe di medici che hanno lavorato per risolvere la situazione. Sono rimasta scioccata quando ho scoperto che più di mezzo milione di donne ogni anno muore durante il parto per casi di malasanità, e il 90% dei casi poteva essere prevenuto con un adeguato sistema sanitario.

Ora la ex modella collabora con CARE, un’organizzazione che difende la dignità delle donne ovunque nel mondo.

Speriamo vivamente che tutto ciò aiuti a sensibilizzare le persone e a portarle a conoscenza che nel mondo ci sono ancora casi disperati, come in Guatemala, dove l’aborto è l’unica speranza di vita, in quanto rimanere incinta equivale a una condanna a morte.