Noemi agli MTV Days si ritrova a parlare di talent show e come sia ingiusto, a suo avviso, che questi vengano messi sotto accusa. Noemi è considerata a tutt’oggi un prodotto di un talent, X-Factor, che sta per andare su SKY con Arisa come possibile terzo giudice.

I talent show e i loro prodotti, in questi anni, sono stati messi sotto accusa da molti cantanti, tuttavia, se Noemi li difende, probabilmente il suo giudizio non pesa poco. Perché lei è in gamba, ha una bellissima voce, si è fatta conoscere con un talent show, e questa è la prova che forse il talento viene premiato in programmi del genere, sempre che non si confonda il mezzo con il fine.

Galleria di immagini: Noemi

Noemi ha raccontato:

“È importante capire se la televisione per questi ragazzi rappresenta un mezzo o una finalità. A ogni modo non capisco molto le persone che vedono in chi partecipa nei talent show qualcuno che si vende alla TV. Credo sia uno strumento meraviglioso in un momento in cui non esistono più tanti spazi canonici come i locali, in un periodo dove la discografia ha bisogno di più sicurezze o di una prova televisiva per investire sugli emergenti.”

E anzi, il talent può essere il mezzo che permette all’artista di esplorare confini musicali che ci si autoimpone, come Noemi ha voluto ricordare: prima di “X-Factor” cantava solo in inglese, poi sotto la guida di Morgan è riuscita a conoscere molte interessanti facce della musica italiana. Il limite della TV è per Noemi il fatto che non dappertutto si può cantare dal vivo.