Otto ore chini sulla scrivania e la noia sul lavoro si fa sentire. Annoiarsi in ufficio è molto comune: il tempo sembra non passare mai e, pur di fare quattro chiacchere con i colleghi, si fanno innumerevoli tappe al distributore automatico o al bar più vicino.

Ma soffrire di noia sul lavoro nasconde alcuni pericoli, soprattutto per la linea e la salute. Alcuni ricercatori inglesi della University of Central Lancashire hanno scoperto che i lavoratori che si annoiano sono quelli che, con maggiore probabilità, consumeranno spuntini ipercalorici e abuseranno di caffeina e cioccolata durante la loro giornata lavorativa.

La ricerca ha interessato 102 impiegati del Regno Unito, chiamati a compilare un questionario sulle proprie abitudini tenute sul posto di lavoro. Il questionario chiedeva ai lavoratori di valutare il livello di noia su una scala da 1 a 5, da “non mi annoio mai” a ” mi annoio per la maggior parte delle ore lavorative”.

La scoperta sorprendente è che ben il 25% ha dichiarato di soffrire di noia cronica sul lavoro. L’assenza di stimoli sul lavoro e la sensazione di stare sprecando il proprio tempo causano stress e portano i lavoratori ad assentarsi maggiormente. In queste persone il desiderio di abbandonare la propria occupazione cresce e si alimenta ogni giorno di più.

La noia può dare vita a episodi di vandalismo, furto o sabotaggio: chi si annoia, infatti, può cercare stimoli in ciò che è proibito. Ma la monotonia colpisce anche la qualità del lavoro: l’80% degli intervistati ritiene che annoiasi sul posto di lavoro faccia perdere la concentrazione mentre il 50% crede che possa portare a commettere errori e che conduca a scegliere il licenziamento.

La causa più significativa di tedio in ufficio è avere poco lavoro da fare, oppure dover svolgere un’occupazione poco interessante o un’attività ripetitiva. I manager hanno il compito fondamentale di ridurre tutte le possibili fonti di noia e aiutare i dipendenti a rendere interessante il proprio lavoro.

Molti degli intervistati hanno notato che, dopo una lunga giornata alla scrivania, erano più propensi a bere alcolici. Al termine di un giorno noioso, infatti, è facile esagerare con l’alcool senza rendersene conto. Lo stesso discorso vale per i dolci e gli snack: se mangiare un cioccolatino dopo pranzo può essere una buona abitudine, consumare frequentemente spuntini nei giorni feriali lunghi e noiosi può causare problemi di salute anche gravi, primo fra tutti, l’obesità.

Per evitare che l’ufficio si trasformi in un ambiente malsano, i datori di lavori devono attuare misure specifiche per ridurre la noia dei dipendenti e favorire un’alimentazione sana.

Fonte: Business New Daily