La notizia è di quelle veramente scandalose, perché riguarda sesso e rapporti familiari: si tratta di incesto. Riguarda una signora di 72 anni e un giovane di 26. Si amano, non platonicamente, ma proprio con l’ardore di due giovani amanti. E sono pure parenti.

Per la precisione, si tratta di nonna Pearl e del nipotino Phil. L’assurda storia viene dalla Nuova Zelanda. Pearl Carter ha solo 18 anni quando rinuncia, costretta dalla propria famiglia, alla figlioletta di appena 18 giorni. La piccola Lynette cresce così con i genitori adottivi e, a sua volta, ha un figlio, Phil Bailey.

Appena 15 anni fa Lynette riesce a rincontrare la sua mamma biologica, Pearl. Ma è soltanto quattro anni fa, in punto di morte a causa di un tumore al cervello, che confessa al figlio Phil la sua condizione di adottata e gli indica come rintracciare la nonna.

Il nipote si reca così dalla nonna, fino ad allora sconosciuta, e scocca la fatidica scintilla dell’amore a prima vista.

L’ho chiamato in camera mia e l’ho fatto sedere. Poi l’ho baciato. Mi aspettavo un’altra reazione, invece ha risposto al bacio.

Questa la confessione dell’arzilla signora, aggiungendo che non è minimamente interessata al giudizio della gente. E anche il ragazzo conferma l’ardente storia d’amore.

Ora, dopo quattro anni di passione, la coppia ha affittato un utero per la cifra di 54.000 dollari e, a breve, avrà persino una creatura a simbolo indelebile di questo insolito, e in parte anche discutibile, amore.