Nonostante le rassicurazioni del CNR sulla sua non pericolosità, la nube radioattiva che dal Giappone raggiungerà l’Italia sta creando una vera psicosi.

La nube, generata dai reattori di Fukushima, ha attraversato Oceano Pacifico, Stati Uniti e Atlantico, e ora starebbe sfiorando il nostro continente, ma va precisato che in realtà il suo arrivo sul nostro paese è solo una previsione e non una certezza, trattandosi per l’appunto di una massa d’aria in balia dei venti.

Galleria di immagini: L'Italia frena sul nucleare

Dall’Ispra, l’Istituto del Ministero dell’Ambiente che sta verificando la presenza di insoliti livelli di radioattività, fanno sapere che per il momento i valori sono assolutamente nella norma. Bassi livelli di radioattività sono stati rilevati per il momento solo in Filandia, ma si tratterebbe sempre di quantità infinitesimali e non pericolose per la salute.

Eppure i cittadini non sono tranquilli, e hanno reagito con alcune risolute scelte: fuga insensata dal sushi e, soprattutto, corsa all’acquisto di pillole di ioduro di potassio, utili in caso di incidente nucleare per proteggere la tiroide.

L’emotività, insomma, sta prendendo il sopravvento. Ma proprio in riferimento alle insensate scorte di pillole di ioduro di potassio, giunge un comunicato dall’ordine dei farmacisti: questi medicinali non vanno assunti se non vi è motivo, farlo preventivamente è assai pericoloso. La stessa raccomandazione è stata pubblicata anche sul sito del Ministero della Salute.