Il mondo della boxe al femminile festeggia in questi giorni l’impresa di Nunzia Patti, ventenne atleta di Marcianise che domenica si laureata campionessa italiana nella categoria 64 chilogrammi, bissando così il titolo vinto lo scorso anno.

Per Patti è figlia d’arte, dato che diversi familiari hanno praticato questo sport, nonché uno dei più interessanti talenti del pugilato italiano fin dalla tenera età, quando, a 15 anni, fu la prima atleta donna ad esordire sul ring della palestra Excelsior Boxe, nome che agli appassionati dei guantoni evoca sicuramente moltissimi ricordi.

La vittoria che l’ha portata per la seconda volta consecutiva ai vertici della boxe italiana nella sua categoria è arrivata al palazzetto dello sport di Barge, dove ha dominato nella finale contro la piemontese Laura Passatore, premiata peraltro come migliore atleta del torneo.

Nunzia Patti ha avuto la meglio con il punteggio di 17-10, confermando l’ottima forma messa in mostra dopo la combattuta semifinale contro Monica Gentili, superata per 17-8.

Per la pugile campana adesso l’obiettivo sono le Olimpiadi di Londra 2012, per prendere parte alle quali dovrà superare la concorrenza di atlete più esperte soprattutto in campo internazionale, ma per una “dura” come lei questo sarà quasi certamente uno stimolo per fare ancora meglio e confermare le indubbie qualità messe in mostra fino ad ora.

Fonte: Il Mattino.