Finalmente è arrivata: piccola, grintosa, sportiva. La mini di casa Fiat, modello 500 Abarth, debutta a Luglio nei concessionari, anche se le prime consegne sono previste per Settembre.

Dopo i test drive invernali in Lapponia e il bagno di folla ottenuto all’ultimo Salone di Ginevra, la 500 Abarth, si appresta a calcare le strade italiane.

Emblema indiscusso della storia dell’auto e del Made in Italy, ora si ripresenta in versione aggiornata e corretta, dove tradizione e tecnologia trovano il loro massimo punto di equilibrio.

Centotrentacinque cavalli, motorizzazione 1.400 16 v, assetto sportivo ribassato. Cerchi in lega da 16 o 17 pollici, creati ad hoc per questo gioiellino, scarico gemellato agli estremi del nuovo paraurti con estrattore aerodinamico e spoiler all’apice del lunotto. Immancabile il gagliardetto storico sulle fiancate della vettura.

Il fiore all’occhiello, però, resta la meccanica:

“grazie a un’ottima base meccanica e un’elettronica di prim’ordine incarnata nel nuovo TTC Torque Transfer Control. L’implementazione di questo sistema consente di scaricare a terra al meglio il moto impresso alle ruote in qualsiasi condizione, una sorta di differenziale elettronico dall’efficacia sorprendente”

Ma a rendere la nuova 500 Abarth ancora più speciale sono i numeri esclusivi. Il modello “base”, quello da 135 cv, è stato prodotto in 5000 esemplari, 1.500 dei quali prenotati in un solo giorno. Ancora più esclusiva, la Opening Edition, 160 cv di potenza per un motore scattante. Ne gireranno, quest’anno, soltanto 149 esemplari. Esaltante, avere le chiavi di uno di questi. Ma per entrare nel club degli esclusivisti, meglio comprare la Abarth Assetto Corse: allestimento da gara, 1.4 turbo e 180 cavalli pronti a scattare. Quante ne gireranno nel Belpaese? Solo 49 esemplari. Un gioiello unico.