Sarà presentata al Salone di Detroit a gennaio la nuova Mini Cabrio, fortunata versione scoperta della nota automobile che fa riferimento alla BMW.

Le maggiori novità rispetto al modello precedente risiedono nella presenza di un rollbar a scomparsa che si nasconde dietro i sedili posteriori, nelle luci posteriori con una superficie più ampia, così come i finestrini, e in una cornice cromata che percorre tutto il profilo dell’automobile.

La capote è in classica tela e si può azionare elettronicamente anche in movimento ma non al di sopra di 30km/h.

I motori che equipaggeranno questo modello saranno i nuovi quattro cilindri a benzina con turbocompressori Twin Scroll o gestione variabile delle valvole, disponibili in due versioni: per Mini Cooper e Cooper S. Saranno rispettivamente un 1.600 con potenza di 120cv e un 1.600 più estremo con ben 175cv disponibili.

È interessante notare la presenza su entrambe le versioni del dispositivo start & stop che consente di accumulare l’energia prodotta in fase di frenata e renderla riutilizzabile successivamente.

I prezzi partiranno dai 22.500 euro per la Mini Cooper e 26.500 euro per la più muscolosa Cooper S, mentre le consegne dovrebbero iniziare a marzo del prossimo anno.