Essere cake designer non significa solo saper stendere la glassa su una torta. È un’arte che richiede pratica e padronanza. Con questo termine di derivazione inglese, infatti, non s’intende un semplice pasticcere, piuttosto un artista in grado di concepire e realizzare delle vere e proprie torte scultura.

Il cake designer, tra le nuove professioni più creative, non deve possederse solo competenze di cucina, perché a lui è richiesta una preparazione anche nel campo del design, così come dell’arte e dell’architettura. Le sue torte sono speciali in quanto di forme e dimensioni fuori dagli standard, e decorate con uso saggio di colori e particolari, composti dai più vari materiali alimentari e non.

Un cake designer deve avere occhio per la cura dei dettagli, una mente creativa, la capacità di distinguere i colori e persino competenze matematiche per giostrarsi con le proporzioni delle ricette. Deve avere una forte capacità di gestione organizzativa e del tempo ed essere in grado di dare indicazioni agli altri dipendenti. Deve inoltre possedere abilità manuale e ottime capacità di comunicazione interpersonale nei rapporti con clienti o colleghi di lavoro.

Gli ambiti di lavoro per questa nuova professione sono vari: alberghi, supermercati, panifici o pasticcerie, gelaterie, ristoranti, resort e sale per banchetti, ma si può scegliere di essere anche lavoratori autonomi. Un cake designer può ricoprire un ruolo generico, oppure specializzarsi in un particolare tipo di decorazione, come le torte nuziali o le torte di compleanno.

Per chi ha intenzione di scegliere questa professione è fondamentale un’approfondita conoscenza degli alimenti, degli impasti e delle creme base, ma anche di cotture e tecniche dolciarie: le torte del cake designer infatti non possono limitarsi a essere molto belle, devono necessariamente essere anche molto buone. Pertanto è fondamentale sapere utilizzare quelli che potremmo definire gli attrezzi del mestiere come il pan di spagna, la pasta di zucchero, il cioccolato plastico, i coloranti, le decorazioni e vari utensili da cucina come impastatrici, abbattitori e forni.

Tuttavia senza una creatività tale che consenta di realizzare qualsiasi progetto, non serve a nulla la preparazione teorica. Per diventare cake designer è possibile frequentare un corso, o laboratorio, organizzato da professionisti del mestiere: in Italia le possibilità sono tante, ed esistono corsi di durata, costi e livello di difficoltà differenti. Quasi sempre, tuttavia, è la Rete che offre informazioni a riguardo.

Conosciamo ora quale può essere il possibile guadagno: il potenziale di reddito, stimato in dollari, per un cake designer è determinato dal suo grado di istruzione ed esperienza e dal tipo di ambiente in cui è impiegato. Nel 2008 l’US Bureau of Labor Statistics ha stimato il reddito medio per un cake designer, in 11,57 dollari l’ora. I salari tendono a essere più bassi per coloro che lavorano nei panifici e più alti per coloro che lavorano nei negozi di alimentari.

Fonte: Ehow money