Ormai dovremmo essere abituati a tutto e non lasciarci sorprendere più da quello che la tecnologia e la ricerca continuamente ci propongono. Ci sono però ancora dei casi in cui, anche se ormai sembrerebbe che non sia più possibile nessuna forma di stupore di fronte a una novità, non rimanere a bocca aperta è davvero difficile.

È il caso di un nuovo tessuto ideato dal MIT’s Research Lab of Electronics in grado di percepire e riprodurre suoni.

Sì, avete capito bene, sarà un po’ come indossare un grosso speaker-microfono realizzato in fibre in grado di percepire e catturare le onde acustiche e riprodurre allo stesso tempo dei suoni.

Come se non bastasse, questo particolare tessuto sarebbe anche in grado di accumulare energia cinetica, con la quale poter ricaricare i vostri gadget come cellulari, iPod e tanto altro.

Il gruppo di ricerca che ha ideato questo nuovo tessuto, realizzato tra l’altro alcuni degli stessi materiali con cui si realizzano i microfoni veri e propri, fa capo al prof Yoel Fink, il quale ha recentemente resi noti i risultati della sua ricerca insieme a un vasto insieme di scenari in cui poter essere sfruttata al meglio: come ad esempio per il monitoraggio delle attività metaboliche, quindi come sensore biologico, ma anche per monitorare attività ambientali senza l’utilizzo di strumenti complessi ma solo indossando un indumento.