L’online dating potrebbe riservare molte sorprese. È per questo che molte donne sono tentate, alla vigilia del primo appuntamento, di sapere qualcosa di più sull’uomo con cui usciranno. Da un lato questo potrebbe essere un bene, soprattutto se dall’altro lato del computer c’è un serial killer, ma si tratta di un’eventualità abbastanza rara, sebbene la prudenza in questi casi non sia mai troppa. Ansia da corteggiamento? È un fattore fondamentale che spinge una donna a sbirciare su Internet informazioni sul proprio appuntamento, ma quest’azione ha naturalmente dei pro e dei contro.

Intanto bisogna partire da un presupposto: di questi tempi tutti lasciano almeno una traccia sul Web. Se non si possiede un profilo Facebook, forse si è su Twitter o almeno su Linkedin. Inoltre, se si è impegnati in un’attività artistica anche a livello locale, è possibile trovare il nome del proprio appuntamento persino su Google e sapere qualcosa in anticipo. Ora, questo processo ha quindi una ragione evidente per il pro maggiore su quest’attività collaterale all’online dating: che il proprio aspirante corteggiatore sia malvagio, violento e magari abbia dei precedenti penali, cui si può risalire se i giornali ne hanno scritto. Questo nel peggiore dei casi: nel migliore, invece, si potranno scoprire in anticipo gli interessi del proprio cavaliere. E via al corteggiamento.

I contro sono un po’ di più e sicuramente meno razionali dei pro. Chi si accosta all’online dating è solitamente una persona che ama le sorprese, o almeno questo si presume: conoscere in anticipo le caratteristiche del proprio corteggiatore può contribuire a creare un pregiudizio. Se questo è cattivo, e magari si pensa di accostarsi a una persona noiosa, non si affronterà il primo appuntamento nel migliore dei modi, al contrario, se il pregiudizio è eccessivamente buono si rischia di restare deluse. La prima impressione deve avvenire necessariamente di persona.

Ci sono alcuni che pensano addirittura che aggiungere tra i propri amici su Facebook o altri social network il proprio appuntamento sia una sorta di bacio della morte all’appuntamento stesso: su social network non si può essere amici di una persona che non si conosce nemmeno, ma che si conoscerà nel prossimo futuro, perché se la si aggiunge prima dell’appuntamento è come si stesse facendo l’ammissione, non tanto segreta, di spiarla.

Fonte: Yourtango.