Il nuovo sito del Museo Nazionale del Cinema di Torino è molto innovativo, dinamico e punta a creare un collegamento interattivo con le altre istituzioni dislocate nel centro della città che fanno parte del sistema museale: Cinema Massimo, Bibliomediateca “Mario Gromo”, Archivio Cartaceo e Cineteca. All’indirizzo Museocinema.it il visitatore virtuale italiano e straniero (il sito è interamente tradotto anche in lingua inglese) potrà essere aggiornato giorno per giorno in merito a mostre, pubblicazioni, eventi, visioni, festival e laboratori cinematografici (come l’internazionale TorinoFilmLab). Ma non è tutto: sarà inoltre possibile pre-acquistare i biglietti e prenotare la vostra visita guidata grazie alla biglietteria online.

Altra chicca del sito sono le collezioni in rete, ricche di documenti multimediali (immagini, testi, file audio e video) ricercatissimi dai cinefili. È inoltre possibile, digitando i nomi di film, attori, registi, sceneggiatori, maestranze, sale cinematografiche e case di produzione e distribuzione, accedere ai documenti e riviste del cinema muto torinese e italiano, visionare i manifesti pubblicitari del cinema di fantascienza nonché i cataloghi della biblioteca e della videoteca. Il museo non è focalizzato esclusivamente sulla storia del cinema, ma riserva anche una parte alla storia del precinema e della fotografia (con saggi storici e critici, analisi testuali, dizionari ed enciclopedie, biografie di registi e attori, spartiti musicali, album fotografici, cataloghi di festival, tesi di laurea, riviste italiane e straniere etc). La videoteca invece mette a disposizione i classici di Hollywood e i capolavori del cinema italiano ed europeo. Sono attivi i servizi di prestito e di visione in apposite sale di documenti e film.

Il Museo Nazionale del Cinema di Torino è stato aperto al pubblico nel 1958 in un’ala del Palazzo Reale. Nel 1991 venne costituita la Fondazione Maria Adriana Prolo – Museo Nazionale del Cinema, grazie a importanti patrocini: Regione Piemonte, Comune, Provincia e Città di Torino, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino e Associazione Museo Nazionale del Cinema. Nel corso degli anni sono state sviluppate molte altre strutture e servizi che lo rendono oggi, con i servizi offerti dal nuovo sito Internet, uno dei musei più importanti al mondo per quanto riguarda il patrimonio e la molteplicità delle attività scientifiche e divulgative realizzate.

Il tocco di classe è dato dal contesto nel quale il Museo è inserito: parliamo della Mole Antonelliana, un monumento simbolo della Città di Torino per fascino e stravaganza, definito anche “la Tour Eiffel di Torino” per la sua altezza. Gli ambienti della Mole sono stati trasformati con ingegno e fantasia dallo scenografo svizzero François Confino, che ha saputo rendere la visita a un museo molto simile alla visione di un film, con stimoli visivi e uditivi coinvolgenti e accattivanti.