I pannelli solari sono stati utilizzati soprattutto negli ultimi anni in maniera considerevole. Ingenti somme di denaro sono state investite dalle grandi aziende per ottenere dei prodotti di uso comune con cui poter ricavare energia dal sole, senza ledere l’aspetto puramente estetico. Alcuni esempi ve li abbiamo già presentati sulla pagine di questo blog, come la veneziana blight, la giacca solare di Ermenegildo Zegna o GROW, l’edera fotovoltaica.

Oggi siamo pronti a presentarvi dei pannelli molto più trendy, come quelli prodotti da GreenSun Energy. Più che pannelli sembrano delle tavolette “color caramella”, così come sono state definite dal sito del National Geographics.

Queste nuove celle fotovoltaiche, oltre che ad arricchire con nuovi e brillanti colori le superfici che vorreste adibire alla raccolta di energia pulita, saranno molto più efficienti dal punto di vista funzionale, con un basso impatto in termini di costi di produzione.

Le diverse colorazioni consentono di catturare vari componenti dello spettro della luce solare, risultando capaci di accumulare energia anche in assenza di luce incidente diretta; una volta catturata, la luce viene diffusa ai recettori laterali della placca per essere convertita in energia.

Hanno inoltre una concentrazione di silicio molto ridotta rispetto alle loro cugine a cui ci siamo ormai abituati; è questo che comporta un basso costo di produzione.

Non sarà più necessario sbancare il lunario per poter acquistare uno degli articoli che vi abbiamo proposto in cima al post, ci basterà solo rinunciare a qualche mese di stipendio.