L’obesità dei bambini americani dilaga anche a causa dei gadget accattivanti contenuti all’interno degli Happy Meal, i menu per bambini firmati McDonald’s. È questo l’allarme che arriva proprio dagli USA, patria indiscussa del cosiddetto “junk food“, ovvero il cibo spazzatura.

I bambini si nutrono di cibi a alto tasso calorico ma di scarso valore nutrizionale soprattutto, poi, se insieme al classico panino ottengono anche un giochino nella confezione.

Il New York Times ha diffuso la preoccupante notizia riportando l’esempio lampante della contea di Santa Clara vicino San Francisco, dove le autorità locali hanno stabilito che nessuno gioco sarà venduto all’interno degli Happy Meal, almeno fino a quando questi menu non soddisferanno determinate richieste nutrizionali.

In quest’area, infatti, il 25% dei bambini è obeso e la percentuale è destinata a salire se si indaga fra le famiglie con reddito basso. Ovviamente il colosso che più risentirà della decisione sarà McDonald’s che, però, continua a difendersi e ad affermare che i prodotti venduti sono assolutamente in grado di soddisfare il fabbisogno nutrizionale di un bambino in fase di crescita.

Staremo a vedere quali saranno i prossimi sviluppi, visto che la legge proposta a Santa Clara dovrebbe entrare in vigore nell’estate 2010.