Avere una pancia piatta è il sogno di ogni donna. In TV ogni giorno ci propongono stereotipi femminili dal ventre disteso e sodo, ma il desiderio di ottenerlo si fa sentire di più con l’avvento dell’estate e della spaventosa prova costume. Ci sono tuttavia alcuni miti da sfatare.

Come primo passo per avere una pancia piatta o comunque perdere peso, spesso si pensa che sia necessario sudare. Non tutti sanno però che la sudorazione aiuta solo e unicamente a espellere liquidi e tossine. Quindi niente di più inutile del metodo della pellicola trasparente avvolta attorno alla pancia o delle fasce elastiche. Non servono di certo a dimagrire ma solo a espellere liquidi, i quali tanto si riprendono in seguito bevendo.

L’unica via sicura ed efficacie per dimagrire è un’alimentazione sana e corretta, con il giusto apporto calorico giornaliero (non al di sotto delle 1200kcal) e l’eliminazione del cibo spazzatura, unita a un’attività fisica costante. Perdere perso dipende solo e soltanto da se stessi, sempre meglio ricordarlo.

Riguardo al fitness, tra gli sport utili al raggiungimento della pancia piatta si annoverano il salto della corda e il jogging, i quali rendono il metabolismo più veloce permettendo di bruciare più calorie, uniti a questi possiamo trovare anche un tipo di fitness divertente come l’hula fit, che si avvale appunto dell’uso dell’hula hoop.

Per quanto concerne invece la parte dell’alimentazione, eliminare i carboidrati non è la mossa giusta da fare. Essi, oltre a fornire energia utile all’attività fisica, servono anche alla prevenzione delle malattie cardiovascolari. Si anche alle proteine. No invece a bevande gassate o zuccherate, dolci, grassi e superalcolici.

Anche l’ottimizzazione degli orari dei pasti è molto utile. Difatti è importante struttrarli e soprattutto non saltare la colazione poiché cioè vorrebbe dire arrivare ai pasti affamati ed esagerare con le porzioni. Mentre un piccolo, completo e genuino spuntino mattutino aiuta ad arrivare al pranzo più sazi. Anche mangiare troppo tardi è sconsigliabile, meglio optare per le otto massimo le nove di sera ed evitare di andare a letto a stomaco pieno.