Gli occhiali, sia da vista che da sole, hanno assunto negli ultimi anni una rilevanza tale da diventare quasi un fenomeno sociologico. Ormai li si utilizza non solo per vedere meglio e per difendere la vista dal sole, ma anche e soprattutto per esercitare quel fascino misterioso ed enigmatico che solo un bel paio di occhiali può conferire.  

Per le tendenze del 2011 occorre volgere lo sguardo al MIDO, il salone internazionale dedicato esclusivamente agli occhiali, declinati in tutte le forme. Un trend che si afferma è quello del Natural & Basic, connotato da colori discreti, morbidi e avvolgenti: decisamente rassicuranti. Ottimi per emanare un carisma discreto e d’altri tempi.

Galleria di immagini: Occhiali

Tornano alla ribalta anche gli occhiali con lenti rotonde: quello, per intenderci, indossato ieri da Camillo Benso conte di Cavour, John Lennon e oggi da {#Harry Potter}.  Realizzato non più in metallo bensì in acetato, questo modello si apre a colori, forme e dimensioni nuove acquistando uno status retrò-glam. Si tratta di una scelta non adatta per tutti i visi perciò, prima di acquistare un paio di occhiali da sole o da vista rotondi, è opportuno guardarsi bene allo specchio e se necessario farsi consigliare dall’ottico o da amici fidati.

I RayBan non conoscono crisi: i modelli storici, wayfarer e aviator, sono tra i più visti sulle spiagge e in città. Per fare la scelta giusta occorre considerare che gli aviator, cioè il modello detto a goccia, sta bene su chi ha lineamenti difficili, legnosi. Invece chi ha lineamenti delicati dovrebbe optare per il modello wayfarer (amato anche da John Fitzgerald Kennedy), che con le sue spigolosità conferisce un glamour intramontabile.

Il richiamo di epoche passate aleggia su molti modelli, specialmente da vista: ecco allora tante signorine snob aggirarsi per le grandi città con monature stile Ispettore Derrick. E pazienza se qualche fidanzato bolla gli occhiali in questione definendoli “osceni”. L’orgoglio vintage deve avere la meglio: in fin dei conti, i fidanzati passano, gli occhiali restano (specie se li avete pagati un occhio della testa).

Tecnologia ed eyewear rappresentano da sempre un binomio indissolubile: ecco allora materiali innovativi e iperleggeri accoppiati a un design di avanguardia, per occhiali di carattere facili da indossare e da riporre comodamente in borsetta quando non servono. Seguendo i canoni della modernità, tornano alla ribalta gli occhiali a mascherina, rivisitati con forme geometriche e realizzati con un vincente mix di metallo e acetato.   

Un forte richiamo agli anni Cinquanta è quello degli occhiali Browline, studiati appositamente per valorizzare la parte superiore delle sopracciglia, quasi ridisegnate grazie alla parte superiore di questi modelli. Sempre da quest’epoca ritornano anche le montature in stile Butterfly, per donne con la gonna ma al tempo stesso decise e raffinate. Anche il burlesque, impersonato dalla meravigliosa Dita Von Teese, fornisce un contributo all’eyewear, con occhiali da vista stile gatta, piccoli e allungati, mentre quelli da sole sono vistosi, appariscenti, con intriganti sfumature di colore.

E se proprio volete stupire, presentatevi all’aperitivo con un paio di occhiali in velluto: ideati dal genio sregolato di Lapo Elkann e prodotti dal suo marchio Italia Independent. Con occhiali così, una cosa è certa: passare inosservate è praticamente impossibile. Se non vi sentite pronte per una scelta così forte, fatevi forza e ricordate che siamo in estate: tutto è concesso.