Auguri dalla redazione a tutti i papà, giovani e meno giovani, e il giusto riconoscimento per l’importanza del loro ruolo nella vita dei loro bambini. A questi papà che sanno essere amici dei propri figli, oltre che la loro guida e il loro validissimo sostegno in ogni difficoltà, per conto dei loro bambini dedichiamo una bellissima, anche se breve poesia di Emma Morini Ferrari.

PER LA FESTA DEL BABBO

Tanti auguri, babbo caro,

di salute e d’ogni bene,

or che sono uno scolaro

li so far come conviene!

Se sapessi, babbo mio, in cucina che da fare!

Un gran moto, un tramestìo,

un andare e ritornare!

Già ti annunzio in confidenza,

(tanto tu non lo dirai)

che un budin nella credenza

c’è, ma grande, grande assai!

Che tripudio, che contento!

Ah, se fosse ognor così!

Che giulivo movimento!

Caro babbo, che bel dì!

La presenza del papà è importante per ogni bambino. Se il papà viene coinvolto fin dal principio, riesce a stabilire con suo figlio un legame forte, esattamente come la mamma. La gente potrebbe pensare che legare con il bambino è qualcosa che riguarda soltanto la mamma, ma non è esattamente così. Il processo di attaccamento coinvolge chiunque abbia un ruolo importante per la felicità del bambino.

Alcuni papà pensano di essere svantaggiati. Tanto per cominciare, loro non partoriscono. Altri, invece, riescono più facilmente della mamma a stabilire un legame con il loro bambino. Forse questo accade perché il papà non vive l’intensa esperienza del travaglio. Se, invece, il papà viene coinvolto fin dal principio, riesce a stabilire un giusto legame con il loro bambino esattamente come la mamma.

Quando il papà ha la possibilità di tenere in braccio il proprio bambino per qualche istante, dopo il parto, di solito sviluppa prima un profondo attaccamento per il suo piccolino. La ricerca ha anche dimostrato che se il papà viene coinvolto nella cura quotidiana del bambino, riesce a legare più facilmente con lui, rispetto ai papà che non cambiano mai il pannolino.

È importante che padre e figlio riescano a stabilire un legame, a conoscersi, anche perché l’uomo ha un approccio diverso con il proprio bambino, per esempio nel tenerlo in braccio. La mamma, in genere, parla dolcemente al bimbo, quando lo tiene in braccio, mentre il papà tende ad essere più giocherellone. Il bambino sarà molto felice di poter avere dai genitori questo genere di approccio così diverso, perché sentirà di essere amato profondamente da entrambi.