Gli oli per il viso hanno molti benefici ormai assodati da ricerche scientifiche e da studi universitari. Malgrado quanto si pensava fino a qualche tempo fa, l’olio non ostruisce i pori e non causa l’acne, poiché questa si manifesta quando i pori si occludono a causa delle cellule morte del sebo. Ma l’uso di grassi a livello topico sul viso non peggiora il processo. Gli oli possiedono un’elevata concentrazione di principi attivi che sono benefici per la pelle. Non a caso, sono l’ingrediente di prodotti idratanti della pelle.

Il vantaggio di usare direttamente l’olio anziché i prodotti cosmetici è che nell’olio puro i principi attivi sono presenti in maggiori concentrazioni, e dunque più efficaci. Gli oli sono ricchi di sostanze antiossidanti, tra cui vitamina C e vitamina E. Proteggono dai danni dell’ossidazione e dai radicali liberi. Inoltre, fanno da filtro per i raggi UV dannosi.

Altro elemento di notevole importanza: con il passare degli anni la produzione naturale di olio da parte del nostro organismo diminuisce, per cui la pelle invecchia. Ma anche a questo possono rimediare gli oli vegetali, rendendo la possibilità alla pelle di rigenerarsi e ritrovare l’idratazione perduta.

Ecco quali sono gli oli più adatti alla pelle del viso, per mantenerla idratata, giovane e luminosa

  • Olio di jojoba: ha una struttura molecolare che lo rende molto leggero: per questo motivo si assorbe facilmente. Va bene sulle pelli miste e grasse. Si caratterizza per essere antirughe, disinfettante e antimicotico. È utile contro la pelle secca e screpolata o per combattere il grasso della cute, specialmente se il tutto è accompagnato da acne. È molto ricco di sali minerali e di vitamine e, grazie a queste sostanze, riesce ad esercitare un’azione benefica anche nei confronti della pelle secca e delle desquamazioni.
  • Olio di argan: è un olio molto ricco e dunque maggiormente indicato sulle pelli secche o molto secche. È usato per contrastare i primi segni d’invecchiamento. È infatti un ottimo alleato contro rughe e linee d’espressione. Il modo più semplice è quello di inumidire prima il viso, sia con della semplice acqua o meglio ancora con dell’acqua termale. Oppure, si può sempre unire qualche goccia di questo olio alla crema abituale.
  • Olio di mandorle dolci: viene estratto, tramite spremitura a freddo, dal frutto del mandorlo ed è uno degli oli che contiene la più alta percentuale di acidi grassi insaturi e polinsaturi, entrambi dotati di particolari proprietà eudermiche. È da sempre conosciuto ed apprezzato per le sue proprietà emollienti, addolcenti, nutrienti e lenitive e per essere ben tollerato anche dalle pelli più sensibili, come quelle dei bambini, e per questo usato nella cosmesi da secoli.
  • Olio essenziale di rosa: è lenitivo, adatto a tutti i tipi di pelle, calma la cute infiammata o delicata. In casi di pelle sensibile, secca o matura svolge un’azione astringente, tonificante e antirughe. Diluito in olio di mandorle è efficace per preparare la pelle poco prima del parto e per proteggerla anche dopo, prevenendo i prolassi e la tendenza all’aborto.