Alle prossime Olimpiadi, con grande sorpresa, gareggeranno anche le donne con il velo; questo permetterà a prima vista di vincere i tabù sulle donne musulmane e medio-orientali.

Ora, tra i ring per la Boxe, i giochi olimpici ospiteranno delle volenterose ragazze afghane, che in questo momento si stanno allenando in vista di Londra 2012. Sono decise più che mai ad indossare il velo durante gli incontri, che a quanto pare non procurerà fastidio alcuno sotto il casco.

Fadir Sharify, allenatore ed ex-boxer, ha speso mesi e mesi a convincere le famiglie delle donne che vederle sul ring non era motivo di vergogna ma di grande orgoglio. Le ragazze che praticano questo sport si stanno allenando allo stadio di Kabul, dove non molto tempo fa le donne venivano lapidate in pubblico.

Un ottimo segno di emancipazione civile, che continua con grandi sorprese: dall’Iraq altre squadre di atlete infatti (tra cui è presente la velocista Dana Hussein), sono state selezionate per le prove di qualificazione dal Comitato Internazionale Olimpico. Grazie alla presenza di queste nuove stelle, Afghanistan e Iraq saranno dunque presenti tra le Nazioni partecipanti. Sempre che per motivi di sicurezza non venga revocata la convocazione.