Alle Olimpiadi 2012 sarà presente anche Laure Manaudou. Anni dopo il suo burrascoso ritiro, all’indomani delle olimpiadi di Pechino 2008, La nuotatrice francese torna alla competizione iridata grazie alla vittoria ai trials francesi nei 100 dorso, dove è scesa sotto il limite imposto dalla federazione grazie al tempo di 1’00″16.

Sarà alle Olimpiadi di Londra 2012 Laure Manaudou, ma non sarà certamente la stessa atleta che sconfitta e in lacrime lasciò Pechino ai piedi delle sua rivale degli ultimi anni, Federica Pellegrini. La 25 enne di Villeurbanne sembra aver ritrovato la serenità con il suo nuovo compagno, il nuotatore francese Frederick Bousquet, da cui ha avuto la piccola Manon.

Proprio la nascita di sua figlia ha spinto Laure Manaudou a tornare in vasca, pronta a scommettere di nuovo sul suo talento. Una stella la sua offuscata dalla turbolenta relazione con Luca Marin, conclusasi nel peggiore dei modi proprio nella camera di chiamata della piscina a Pechino. Da lì un periodo opaco che la portò all’addio alle vasche ad appena 22 anni. Una caduta dalla quale la francese appare ora come rinfrancata:

«Questa sfida è stata molto più difficile del 2004, allora ero pazza. Sono fiera di me, torno a divertirmi come una volta, dopo un periodo difficile e un po’ doloroso. E non mi fermerò a Londra».